Da San Giovanni a via Argine fino a Nola, fuori uso i mezzi destinati al conferimento negli Stir

Raid ai danni di ventidue autocompattatori

24 gennaio 2012 - enzo carraturo
Fonte: Cronache di Napoli

NAPOLI - Una situazione di caos e un clima che lascia spazio a nuovi dubbi. Questo quanto si registra all'indomani della scoperta di ruote forate ai danni di mezzi per la raccolta dei rifiuti. Il raid è stato ai danni di ventidue autocompattatori dell'Asia, l'azienda di servizi di igiene ambientale che si occupa della raccolta di rifiuti di Napoli. Con dei veri e propri blitz, la scorsa notte, in diverse aree della città, gli autisti sono stati costretti a scendere dai mezzi; poi sono stati forati i pneumatici. I blitz si sono verificati a San Giovanni, in via Argine, a Nola dove ben dieci mezzi sono stati vandalizzati. Secondo quanto rende noto l'Asia, a mettere in atto i raid nei confronti di 22 autocompattatori, la scorsa notte a Napoli, sono "ignoti che si sono dichiarati appartenenti alla categoria degli autotrasportato-ri in sciopero". Blocchi che, dice l'azienda di servizi di igiene ambientale, "potrebbero causare inevitabili difficoltà alla raccolta già a partire dalle prossime ore". In particolare i raid della scorsa notte, hanno provocato danni ai pneumatici e blocchi stradali che hanno fermato il regolare processo di conferibilità agli impianti dei rifiuti solidi urbani raccolti a Napoli. Nel dettaglio, all'Autoparco "A" (zona occidentale) sono rimasti coinvolti in blocchi stradali tre compattatori presso il casello di Pomigliano sull'autostrada Napoli Bari di cui due hanno subito la foratura delle gomme. E poi è stato provocato il fermo di 5 compattatori con ruote forate presso l'ingresso dello Stir di Tufino Autoparco "B" (zona nord); il fermo di un compattatore con ruote forate presso l'ingresso dello Stir di Tufino Autoparco "C" (zona orientale). Ed ancora stop di sette compattatori con ruote forate in via Repubbliche Marinare, via Argine, via dell'Abbeveratorio e via delle Brecce. La Ditta Docks ha subito il fermo di due compattatori con ruote forate presso l'ingresso dello Stir di Tufino. Quanto alla ditta Lavajet, l'Asia comunica che non c'è stato nessun fermo di compatta-tori che avevano conferimenti programmati agli Stir di Giugliano e Caivano. L'Asia rende anche noto che presso l'impianto di Tufino "risultano presenti tanti automezzi di altri comuni ai quali è stato riservato lo stesso trattamento ad opera degli scioperanti e che al momento, grazie all'immediata operazione a cura del gruppo operativo aziendale, con la collaborazione di Questura e quindi della polizia tutti gli automezzi danneggiati in città e gran parte degli automezzi danneggiati presso gli impianti, sono stati riparati e riportati negli autoparchi". Gli investigatori hanno prelevato le immagini delle telecamere di sorveglianza posizionate in zone strategiche; la speranza è quella di riuscire a ricavare particolari utili per l'identificazione degli autori del gesto che pare essere stato rivendicato. Un fascicolo di indagine è stato aperto per il momento a carico di ignoti.

Powered by PhPeace 2.6.4