Continua la querelle sull'avvicendamento al vertice dell'azienda di igiene urbana partenopea

De Magistris: per Rossi un nuovo incarico, ma non si può dire

5 gennaio 2012 - alma
Fonte: Cronache di Napoli

NAPOLI - Ancora non si spengono i sospetti e le polemiche per l'avvicendamento al vertice di Asia. E' stato il sindaco ieri a ritornare sulla vicenda, sollecitato appunto dal fuoco che resta vivo sulla vicenda. "A chi chiede maggiore chiarezza in merito all'avvicendamento di Rossi come presidente dell'Asia - ha dichiarato in una nota De Magistris - specifico che non esiste alcuna zona d'ombra. Tale avvicendamento non è una revoca o un licenziamento. Si tratta di una scelta che rientra nella logica di quanti stanno lavorando, all'interno di una squadra, ad un cambiamento etico politico generale, che rende importante lafessibilita' nei ruoli affinche' le competenze e le capacita' siano investite nell'ambito in cui c'e' maggiore bisogno e maggiore urgenza per il bene della città" Il sindaco ha poi assicurato che il sostituto è un professionista di assoluta levatura e autorevolezza. "Come presidente dell'Asia - ha proseguito - è stato nominato Raffaele Del Giudice, persona che si è contraddistinta nella lotta alle ecomafie, che conosce il territorio campano e che da sempre intrattiene rapporti con le associazioni di cittadini che operano nel settore dell'ambiente. Rossi, che ringrazio per il lavoro svolto in Asia e per i risultati raggiunti - ha ribadito - resterà nella squadra: gli proporrò di far parte dell'Osservatorio sui muti zero, come di una struttura di contrasto alla corruzione, ed avrà un ruolo che per ragioni di opportunità, non si può ancora render noto ma che avrà a che fare con un settore strategico nell'ambito dell'etica e della trasparenza". E Rossi ha incassato e ringraziato. "Come annunciato nella conferenza stampa di lunedì scorso - ha spiegato in un comunicato - sono a disposizione della città di Napoli. Insieme al sindaco stiamo valutando un nuovo ruolo e un nuovo progetto per proseguire sulla strada dell'etica e del cambiamento. Confermo che continuiamo insieme il lavoro per la "rivoluzione partenopea" che ha coinvolto tanti cittadini uniti in un sogno di miglioramento".

Powered by PhPeace 2.6.4