I VERDI: SERVE LIBERARCI DELL'UMIDO E NON DEL SECCO CHE SMALTIAMO GRATIS NEI NOSTRI IMPIANTI

"Monnezza" in Olanda, minaccia Corte dei Conti

EMERGENZA AMBIENTE. L'ATTUALE PRIMO CITTADINO FA POCO MEGLIO DELLA IERVOLINO. A NOVEMBRE DEL 2009 ROSETTA ARRIVÒ AL 20,9%
28 dicembre 2011
Fonte: Roma

NAPOLI. Navi in Olanda a rischio di denunce di esposti alla Corte dei Conti. Dopo le voci che vorrebbero il trasferimento del rifiuti secco verso i Paesi Bassi, infatti, i Verdi tuonano immediatamente. A rivelarlo Dagospia che dà la parola al commissario regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli: «Se in Olanda - spiega - venisse inviata solo la frazione secca dei rifiuti napoletani, per capirci quella da bruciare negli inceneritori, che potrebbe smaltire l'impianto di Acerra, saremmo assolutamente contrari. Una scelta che apparirebbe incomprensibile soprattutto se Acerra è in grado di distruggerli gratuitamente come sostiene la Regione. In un caso del genere bisognerebbe rivolgersi alla magistratura contabile per verificare la sostenibilità economica dell'operazione - continua - che tra l'altro produrrà un notevole inquinamento marino dovuto allo spostamento delle navi che faranno un lungo tragitto arrivando in un altro Paese per bruciare i rifiuti napoletani. È altrettanto ovvio - aggiunge Borrelli - che se invece Acerra non è in grado di smaltire tutta la frazione secca di Napoli e provincia e soprattutto se ci libereranno del tal quale l'operazione del Comune di Napoli quando queste benedette navi salperanno sarà meritoria»». Insomma ancora caos intorno ai viaggi di immondizia. Oggi pomeriggio, frattanto, dovrebbe partire il cargo dall'Olanda in direzione Napoli. Ma al momento non è ancora arrivata nessuna comunicazione ufficiale come invece era atteso. Altri problemi?

Powered by PhPeace 2.6.4