A NAPOLI I NUOVI CUMULI IN STRADA PER LO SCIOPERO DE MAGISTRIS SI SMARCA: NON C'ENTRIAMO

30 novembre 2011 - V.Ch.
Fonte: aVVENIRE

Da due giorni a Napoli c'è un nuovo assaggio di emergenza rifiuti, con i cumuli di sacchetti abbandonati in alcune strade e i roghi di immondizia, in città come in provincia. Scene già viste, le stesse che hanno indignato l'Europa e il mondo intero. La mancata raccolta, stavolta, è stata però determinata «da uno sciopero nazionale di 24 ore che ha interessato gli operatori del settore, non è responsabilità di Comune, Provincia o Regione», ha subito precisato il sindaco Luigi de Magistris. Che ha poi aggiunto: «Sono tutti già al lavoro e quindi presto si dovrebbe tornare alla normalità». L'amministrazione comunale, d'altronde, ritiene di aver ottemperato a quanto in suo potere sul fronte di rifiuti.A ribadirlo è ancora il sindaco. Il Comune, insiste il primo cittadino di Napoli, «ha fatto tutto quello che rientra nelle proprie competenze, andando anche oltre. Abbiamo realizzato la nostra impiantistica, la differenziata è stata avviata anche nel quartiere di Posillipo e prima di Natale partiranno le prime navi per l'Olanda». Sulle possibili sanzioni, insomma, «non ci inseriamo nella querelle, siamo osservatori interessati, ma la questione non ci compete per nulla perché riguarda il passato».

Powered by PhPeace 2.6.4