Botta e risposta tra Caldoro e Sodano

30 settembre 2011
Fonte: Il Denaro

"Dobbiamo chiudere l'iter relativo ai termovalorizzatori. E resta la questione più delicata relativa alle discariche che sono una priorità. E' un percorso da accelerare". Così il governatore della Campania Stefano Caldoro, in merito alla lettera di messa in mora all'Italia, da parte della Commissione europea perla questione rifiuti. "La Provincia - afferma - ha awiato con i Comuni la 'zonalizzazione per indicare i siti dove realizzarle. Ogni cosa deve subire una accelerazione. La Commissione europea ribadisce il principio di prossimità nello smaltimento dell'immondizia - e allo stesso tempo, che in caso di necessità e crisi è possibile che i rifiuti, controllati e trattati secondo le normative, viaggino fuori regione e all'estero". "La messa in mora dell'Italia da parte dell'Ue è una decisione che ci aspettavamo - replica il vicesindaco di Napoli Tommaso Sodano. Nel mese di agosto abbiamo inviato alla stessa Regione un dossier di osservazioni critiche contenute in ben 18 pagine. Il piano infatti è incapace di rispondere alle richieste dell'Ue non prevedendo immediate soluzioni e proponendo unicamente l'utilizzo di inceneritori, che risultano sovradimensionati rispetto alle necessità ed il cui awio non potrebbe awenire prima del 2016. La decisione del Comune di Napoli di individuare Lpartners stranieri per inviare i rifiuti fuori dalla Campania è ampiamente condivisa dfall'Ue"

Powered by PhPeace 2.6.4