Differenziata, ancora una falsa partenza

Primi intoppi per l'estensione del "porta a porta". Secondo il Comune serviranno ancora 15 giorni per partire con il progetto
1 settembre 2011 - Mariano Rotondo
Fonte: Roma

Nessuno dei quartieri dove da oggi sarebbe dovuta cominciare la raccolta differenziata porta a porta è stata finora dotata dei bidoncini colorati. Un duro colpo, insomma, per i propositi del Comune, che avrebbe dovuto - secondo le promesse - portare il servizio a 350mila utenze, coprendo dunque oltre un terzo degli abitanti. Ma oggi primo settembre, tuttavia, non ci sarà alcun ampliamento del servizio che è al momento rimandato a data da destinarsi, anche se dal Comune la nuova promessa è di partire ad ogni modo entro il mese. Tutto, infatti, è legato ancora alle risorse, ai soldi, che al momento ci sono ma essendo arrivati in ritardo - con la capitalizzazione di Asia - hanno portato ad uno slittamento dell'inizio del progetto. Tutto rimandato, insomma, per portare uomini, mezzi e strumenti della partecipata ambientale rafforzando il servizio laddove è già attivo, come a Scampia, Colli Aminei e Bagnoli - dove è in procinto di partire anche ad Agnano. Stop temporaneo, si spera, pure per le zone che per la prima volta si ritroveranno senza più i normali cassonetti ma con il poker di contenitori per carta e cartone, frazione umida, plastica ed indifferenziata. Posillipo, Ponticelli, Barra, ed in via sperimentale pure i Quartieri Spagnoli, saranno quindi obbligate ad attendere ancora, sperando che i ritardi siano contenuti così come garantito dai vertici di Palazzo San Giacomo. Ma il problema più grave è legato al momento ai fondi che devono arrivare dal Governo per estendere ulteriormente, entro la fine dell'anno, il "porta a porta" a cinquecentomila abitanti. Senza i fondi del Governo, pertanto, sarà difficile in questo caso riuscire a portare il servizio "domestico" al Vomero, Fuorigrotta, Chiaia, San Ferdinando e l'area considerata dall'"Unesco" patrimonio mondiale, cioè il Centro antico di Napoli. Per quanto riguarda questo secondo "step", infatti, il progetto prevedeva la partenza tra le fine del 2011 e l'inizio dell'anno nuovo per poi arrivare a quota 70% di rifiuti differenziati nel giro dei mesi subito successivi. Naturalmente i fondi possono arrivare da un giorno all'altro, siccome il Governo li ha promessi con il ministro all'Ambiente, Stefania Prestigiacomo, in visita addirittura nel capoluogo campano per valutare da vicino le idee del sindaco Luigi de Magistris prima di rispondere sì alle richieste di finanziamento giunte da Palazzo San Giacomo. A fare da intermediario per accelerare l'arrivo della liquidità è in questo momento la Regione, e se anche con il Comune non corra buonissimo sangue dopo il botta e risposta dei giorni scorsi relativo ai rifiuti, da Palazzo Santa Lucia è stato messo in campo tutto l'impegno possibile, affinché ci sia una svolta per la differenziata a Napoli che anche per l'ente campano rappresenta l'aspetto più arduo dell'emergenza. Un ritardo di qualche settimana da parte di Palazzo San Giacomo, tuttavia, era prevedibile viste le difficoltà dell'operazione ma un altro rinvio rischierebbe di compromettere tutto ed il sindaco de Magistris, che annunciò la partenza del porta a porta il primo settembre, lo sa fin troppo bene. Un altro ritardo, però, è anche alle porte per quanto riguarda l'invio dei rifiuti in Olanda via mare. Inizialmente anche per questa parte del Piano rifiuti cittadino si parlò di oggi come inizio, poi tutto è stato spostato al 15 settembre. Ma c'è una falla in questa tempistica che riguarda il sito di trasferenza di via Brin, dove i camion diretti al porto dovranno caricare l'immondizia. L'ex autofficina del Comune, infatti, è ancora da mettere a norma ed in sicurezza e l'affidamento dei lavori non avverrà prima di lunedì. Difficile se non impossibile, dunque, che l'impianto possa essere utilizzabile in tempi così rapidi anche se non ci sono lavori troppo invasivi da compiere sulla struttura, soprattutto in virtù della funzione di "deposito" di spazzatura a cui è destinata.

Powered by PhPeace 2.6.4