Quattro mini-discariche abusive nel quartiere Stella-San Carlo

25 agosto 2011 - Antonio Di Costanzo
Fonte: Repubblica Napoli

QUATTRO discariche abusive assediano la terza Municipalità. Stella-San Carlo all'Arena quartieri popolosi come piccole città circondati dai rifiuti. Un assedio che inizia al quadrivio davanti alla Reggia di Capodimonte. Tra gli alberi strappati al bosco, che sorgono sotto il ponte, hanno gettato di tutto. Plastica, mattoni, bottiglie di vetro. E chi sa cos'altro ad ascoltare le denunce dei residenti, che parlano anche di strani incendi con pennacchi di fumo nero che si alzano all'improvviso. L'odore è insopportabile. Ed è insopportabile anche guardare i cumuli di spazzatura piazzati sotto agli alberi. Non va meglio in via Santa Mariaai Monti. Un altro pezzo di verde che ha resistito alla cementificazione selvaggia, ma non alla spazzatura. Eppure la stradachesalefino ai conventi in alto sulla collina potrebbe diventare un altro di quei polmoni VIA SANTA MARIA AI MONTI In più punti della strada hanno gettato di tutto verdi per tutti. Invece è ricettacolo di "monnezza": ci sono pneumatici usati, servizi igienici, pezzi di computer e televisori. C'è anche un pupazzo raffigurante Babbo Natale. InviaMasoni, invece, hanno pensato bene di creare una discarica abusiva davanti a una scuola calcio. I cumuli crescono a pochi metri da un cartellone arrugginito che vieta lo scarico di rifiuti. Spostandosi ai margini della Municipalità, in via Umberto Maddalena, da dove si passa per arrivare all'aeroporto di Capodichino, c'è la più grande discarica abusiva della zona. Una monta-gnamaleodorante che è cresciuta davanti all'ex fabbrica abbandonata, diventata campo rom. «Queste discariche sono uno scempio — spiega Francesco Ruotolo, consigliere municipale eletto perlaFederazione dellasinistra— ci gettano di tutto. Non mi stancherò mia di denunciare questa vergogna. Noi vogliamo collaborare con il Comune, ma servono interventi urgenti».

Powered by PhPeace 2.6.4