Per i presidenti delle Province di Caserta e Benevento il provvedimento di Caldoro è "illegale"

Rifiuti, pronto il ricorso contro l'ordinanza

14 agosto 2011
Fonte: Repubblica Napoli

ERA previsto. Ma il nuovo ricorso arriva ed è durissimo. Se fino ad ora le Province di Benevento e Casertaavevano giudicato le ordinanze di Caldoro sui flussi extraprovinciali dei rifiuti di Napoli illegittimo, ora lo bollano come «illegale». «L'ordinanza firmata il 12 agosto viola le prescrizioni del Tar Lazio per tre motivi», dichiara il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Anzi. Primo: ilTarLazio avevaimpostochefossel'Arpacadeffettuaregli accertamenti tecnici in ordine alle capacità residue delle discariche. «Nell'ordinanza della Regione si parla solo di un sopralluogo dell'Arpac dello scorso 8 agosto, e non c'è traccia né di una relazione tecnica», sottolineaZinzi. Due: «Tale sopralluogo, poi, avrebbe dimostrato che esiste ancora una disponibilità sia aTerzigno che a Chiaiano». Terzo: «Nell'ordinanza si parla dell'inaccessibilitàalladiscaricadi Terzigno dapartedeitirchetrasportano lafrazione umidatritovagliata. Adichiarare ciò, però, non è l'Arpac, bensì la Sapna». Zinzi conclude. «Inoltre, a nostro avviso, in questo momento a Napoli non c'è una reale emergenza». Il ricorso però non potrà essere presentato prima di martedì.

Powered by PhPeace 2.6.4