«NAPOLI CON LA DIFFERENZIATA DIVENTERÀ LA CITTÀ PIO PULITA DEL MONDO, UN ESEMPIO PER TUTTI»

Sodano: inceneritore in fase transitoria, ma a noi non serve

29 luglio 2011 - Aurora Barra
Fonte: Il Mattino

Napoli capitale del riciclo e della raccolta differenziata, questa è la promessa di Tommaso Sodano, vicesindaco ed assessore all'Ambiente, fatta ai cittadini napoletani e alle associazioni ambientaliste. «Dopo anni di umiliazione è il momento di dire basta con l'immondizia che è in giacenza sotto gli occhi di tutti - dice - Napoli diventerà la capitale della pulizia e un modello per le altre città italiane e straniere». E su Napoli Est avverte: «È in fase di transizione ma a noi non serve». Sodano, inoltre, per onorare la sua promessa ha ribadito che a settembre inizierà una seria e soddisfacente raccolta differenziata che porterà alla raccolta a porta a porta per arrivare al 2012 con una raccolta pari al 100%. Si prevede così l'installazione di isole ecologiche nelle dieci Municipalità cosicché i cittadini ancora non coinvolti nel porta a porta potranno contribuire alla riduzione dei rifiuti. Nel frattempo vivremo in una fase di transizione che passa attraverso il trasferimento dei rifiuti all'estero, scegliendo però solo quei paesi che garantiscono il controllo delle norme ambientali. Ma tutto questo per Sodano è importante che avvenga nel rispetto dell'autonomia locale «essere autonomi dalle altre amministrazioni - spiega - costituisce il nostro obiettivo primario e in virtù di ciò è necessario saper governare queste transizioni». In platea anche l'ordine dei chimici di Napoli e dei veterinari che hanno parlato di alcuni ceppi batterici «che dal 2006 ad oggi sono aumentati in volatili come colombi e gabbiani».

Powered by PhPeace 2.6.4