Svolta nella vertenza Lavajet: arriva il via libera ai pagamenti

Dal sindaco e dal ministro rassicurazioni a Burlando sulle spettanze dell'azienda ligure
22 luglio 2011 - d.d.c.
Fonte: Il Mattino

Il sindaco De Magistris e il ministro Prestigiacomo tranquillizzano il governatore Ligure, Claudio Burlando e fanno sapere: la vertenza Lavajet, l'azienda ligure che ha vinto l'appalto per la raccolta dei rifiuti nel centro di Napoli e che rischiava il fallimento perché non era stata pagata, è stata sbloccata. Il primo cittadino e il ministro hanno comunicato al presidente della Regione di avere raggiunto un accordo con l'azienda per i crediti che vantava. Ma da Napoli i lavoratori fanno sapere di non aver ricevuto né lo stipendio né la tredicesima che dovevano essere versati il 10 luglio. Mese dopo mese per i lavoratori in attesa dei soldi si allunga la via crucis. Questa volta dovrebbero essere pagati lunedì, se tutto andrà bene. Il ritardo è stato provocato dalle difficoltà che Asia ha incontrato a sua volta a causa dei ridotti trasferimenti da parte del Comune. In questi giorni si intrecciano, due vicende: quella dei rifiuti in viaggio verso la Liguria e quella dello sciopero bianco organizzato la scorsa settimana dai dipendenti Lavajet che da lunedì hanno sospeso l'agitazione senza aver ottenuto, però, nemmeno un'euro. Era stato il governatore ligure a sollevare il problema della Lavajet, che era stato posto come condizione indispensabile per accogliere una parte della spazzatura napoletana. Martedì l'incontro tra il vicesindaco Tommaso Sodano i rappresentanti dell'azienda e quelli dei lavoratori e l'impegno a versare un'altra tranche di pagamenti. Ieri la conferma dei trasferimenti della spazzatura in Ligura. Saranno complessivamente 3500 le tonnellate di rifiuti che da Napoli arriveranno a Genova. Alle 2500 deliberate dalla giunta della Regione Liguria, nei giorni scorsi devono sommarsi le mille tonnellate già arrivate subito dopo l'emanazione del decreto, mercoledì rimandato alle Commissioni dal Parlamento. Carlo Senesi, assessore al ciclo dei rifiuti del Comune di Genova.ha spiegato nel corso di un'intervista radiofonica: «I camion sono arrivati da una settimana, dieci giorni, suddivisi in tre tranche da 200, 300 e 500 tonnellate - ha detto Senesi - autorizzati comunque dalla Regione. C'è stato ovviamente un controllo dai responsabili della discarica dell'Amiu che hanno detto che i rifiuti sono conformi. Credo che questo quantitativo vada a sommarsi a quello stabilito dal Consiglio regionale».

Powered by PhPeace 2.6.4