«Aprire una discarica a Napoli» È polemica in Consiglio regionale

23 giugno 2011 - Paolo Maniero
Fonte: Il Mattino

Entro massimo venti giorni Napoli uscirà dalla crisi, assicura l’assessore Giovanni Romano intervenuto ieri in consiglio regionale per spiegare cosa la Regione sta facendo per affrontare l’emergenza, senza però riuscire a convincere il Pd che con Antonio Marciano e Corrado Gabriele ha chiesto le dimissioni dell’assessore. «Ci aspettavamo soluzioni e non la mera descrizione di uno scenario che è sotto gli occhi di tutti», hanno detto i due consiglieri. Il centrosinistra ha abbandonato l’aula e non ha votato la risoluzione con cui la maggioranza chiede l’apertura di una discarica a Napoli e di una in provincia e l’autorizzazione a riaprire Macchia Soprana. Al governo i consiglieri del centrodestra chiedono invece di «respingere le spinte nordiste» e di intervenire con un provvedimento ad hoc per la Campania. Anche Romano ha invocato l’intervento del governo, attraverso due opzioni: o «l’interpretazione autentica» dell’articolo 184 del codice dell’ambiente, sul quale due Tar (Lazio e Toscana) si sono espressi diversamente, o «una norma di accompagnamento per superare la criticità», ovvero il decreto legge. L’assessore ha anche spiegato che nella prossima conferenza delle Regioni chiederà di proseguire con le intese istituzionali per i flussi verso Emilia Romagna e Toscana. Quanto a Macchia Soprana, «si è ancora in attesa - ha detto Romano - che il ministero dell’Ambiente concluda gli accertamenti». La discarica, ha precisato l’assessore, «è ancora nelle condizioni di accogliere 100mila tonnellate di rifiuti che renderebbero autosufficiente la provincia di Salerno per un periodo di 200-250 giorni». Per il capogruppo del Pdl Martusciello «è l’ora del coraggio delle scelte e che Napoli scelga il proprio futuro con responsabilità e solidarietà». L’Udc, con Luigi Cobellis, ha addossato alla Lega e Berlusconi «le colpe di quest’ultima crisi». Anche l’Udeur ha tirato in ballo le responsabilità del governo mentre per l’Idv «è pretestuosa la richiesta di aprire una discarica a Napoli».

Powered by PhPeace 2.6.4