Castel Volturno

Scarichi fognari nella darsena: è protesta

Associazione denuncia: "I liquami ci avvelenano, l'impianto è fuori norma"
7 giugno 2011 - Vincenzo Ammaliato
Fonte: Il Mattino

La darsena di Pinetamare nuovamente sul banco degli imputati. Questa volta, però, la causa delle polemiche non è la sua foce ostruita dai detriti marini che impedisce il passaggio ai pescherecci e alle navi in manutenzione nei cantieri, ma l’impianto fognario che scarica i suoi reflui proprio nell’invaso dell’ex molo San Bartolomeo. L’associazione Officina Volturno ha presentato una pubblica denuncia nei confronti dei gestori dell’impianto fognario, in quanto, secondo il presidente dell’associazione che ha firmato la stessa denuncia, Tommaso Morlando, funzionerebbe male e rilascerebbe nell’acqua liquami inquinanti pericolosi per la salute pubblica. «Da qualche giorno la Darsena di Pinetamare è inavvicinabile per il cattivo odore - si legge fra le righe del comunicato - è evidente che ci sono scarichi fognari che travasano liquami da impianti mal funzionanti e obsoleti». Ma c’è anche dell’altro. L’associazione Officina Volturno, infatti, pone l’accento anche sulla competenza del vecchio impianto fognario. Realizzato negli Anni 70 dai costruttori Coppola per servire soltanto l’omonimo «Villaggio», l’impianto sarebbe dovuto passare nelle competenze del Comune di Castel Volturno, come sancito dalla transazione del 2003. Nell’accordo di programma, poi, fu deciso il suo recupero sotto l’aspetto della funzionalità. «Ma evidentemente – continua Tommaso Morlando – il recupero di quest’opera non è considerato una priorità». Dalla Volturno Multiutility, la società mista pubblico-privata che nel paese costiero gestisce il ciclo integrato delle acque, è direttamente il presidente, Giovanni Palazzo, che chiarisce la titolarità dell’impianto fognario di Pinetamare, secondo il quale è ancora di pertinenza dei costruttori Coppola. «Per perfezionare il passaggio al Comune di Castel Volturno – sottolinea il presidente Palazzo – come prevedono gli accordi presi fra amministratori pubblici e i costruttori Coppola, è necessario prima l’adeguamento dell’impianto alle nuove norme e il recupero delle strutture. E questo fino a oggi non risulta ancora sia stato fatto». A quanto pare, anche la sorte dell’impianto fognario di Pinetamare è legata a quella del nuovo porto turistico che dovrebbe essere realizzato nella stessa area. Quando partiranno i suoi lavori, la società incaricata si è impegnata col Comune di Castel Volturno al rifacimento di tutte le infrastrutture di Pinetamare, compreso quella fognaria. Il tanto agognato nuovo porto del Villaggio Coppola, per la gente del posto si sta trasformando mese dopo mese da sogno in incubo.

Powered by PhPeace 2.6.4