Stop alle esumazioni nei cimiteri l’Asìa: «L’attività è già ripresa»

21 maggio 2011
Fonte: Il Mattino

«Non c’è mai stato un vero e proprio disservizio ma solo un rallentamento nel ritiro del materiale che, protratto nel tempo, avrebbe potuto generare delle difficoltà. Adesso, comunque, è tutto risolto». È quanto sottolinea Claudio Cicatiello, presidente di Asìa, società che gestisce i servizi di igiene ambientale a Napoli, commentando le notizie sul blocco delle esumazioni nei cimiteri napoletani determinato dai mancati pagamenti al fornitore del servizio ritiro da parte dell’Asìa stessa. La denuncia era arrivata dalla Ecologica Sud, la ditta che smaltisce il legno delle bare: «È quasi un anno che i pagamenti non arrivano, non possiamo più lavorare in forma gratuita». «Oggi - assicura Cicatiello - grazie all’impegno della nostra direzione acquisti e alla collaborazione del fornitore che aveva minacciato il fermo, è stato raggiunto un accordo e i prelievi stanno proseguendo regolarmente almeno nel cimitero di Poggioreale, quello più grande della città». «Purtroppo - spiega Cicatiello - questo è solo uno dei problemi che Asìa è costretta ad affrontare, anche a causa delle difficoltà finanziarie aggiuntive generate dalla vicenda Enerambiente, che ha contribuito ad aggravare la gestione dei flussi finanziari». «In sostanza - ribadisce Cicatiello - c’è stato solo un rallentamento di un giorno nelle attività di ritiro ma non un vero e proprio disservizio. Il materiale è attualmente in fase di smaltimento».

Powered by PhPeace 2.6.4