Battipaglia

Incendiato rifiuti speciali Fiamme dolose alla Nexans

24 aprile 2011 - Lucia Gallotta
Fonte: Il Mattino

Battipaglia. Incendio doloso nella zona industriale. Bruciati diversi cumuli di rifiuti speciali. Ritrovate dagli investigatori tracce di plastica e materiale di risulta. Il rogo non accidentale è esploso ieri mattina nel perimetro di una fabbrica di Battipaglia. L’impianto industriale da dove è partito l’allarme è la Nexans, un’azienda che produce cavi in fibra ottica. Presenza di benzina e di liquido infiammabile sono state scoperte dagli investigatori. L’incendio è di natura dolosa, come accertato dai vigili del fuoco di Eboli giunti nella zona industriale. Poco distante dai rifiuti andati a fuoco, è stata rinvenuta una tanica intrisa di benzina. L’involucro è stato posto sotto sequestro dai vigili urbani di Battipaglia ed è stato identificato come corpo di reato. I vigili del fuoco di Eboli, coordinati dal caposquadra Matteo Memoli, sono arrivati alla Nexans alle 8,30 di ieri mattina. Il fumo nero dell’incendio era visibile a diversi chilometri di distanza nei comuni sia di Battipaglia sia di Eboli. I vigili del fuoco hanno raggiunto in pochi minuti località Bosco Primo, nella zona industriale al confine tra i due centri più importanti della Piana del Sele. Sul posto sono arrivati anche i vigili urbani di Battipaglia, coordinati dal vice ispettore Carpinelli. La pattuglia composta dagli agenti Ferrara e La Pietra ha passato al setaccio tutta l’area intorno alla fabbrica. Raccolte le prove e ascoltati alcuni testimoni in zona, i vigili urbani hanno scritto una denuncia contro ignoti per inquinamento ambientale. Un altro rapporto è stato elaborato dal caposquadra Memoli. Il comandante dei vigili del fuoco di Eboli ha descritto lo scenario dove è stato appiccato il rogo doloso. L’intero fascicolo è stato spedito alla Procura della Repubblica di Salerno. L’incendio è esploso all’interno dell’azienda, nello spiazzale di fronte ai capannoni. I vigili urbani hanno ascoltato il custode dell’azienda e alcuni operai che erano impiegati all’interno della fabbrica. Al momento però nessuno ha saputo offrire spunti importanti per le indagini. La zona industriale che divide i comuni di Battipaglia ed Eboli confina con numerose e rinomate aziende agricole. La preoccupazione è legata proprio ai raccolti. Gli incendi di materiali speciali non rappresentano una novità. La coltre di fumo spesso si sposta nei campi confinanti. L’inquinamento che ne scaturisce danneggia soprattutto la genuinità dei prodotti agricoli. Nei prossimi giorni, i vigili urbani potrebbero risentire i testimoni oculari che hanno lanciato l’allarme. Il rogo di sabato mattina per ora non ha alcun colpevole.

Powered by PhPeace 2.6.4