Marcianise

Braccio di ferro tra Ecosystem e lavoratori

26 febbraio 2011 - Franco Agrippa
Fonte: Il Mattino Caserta

Marcianise. Peggiorano sempre di più i rapporti tra Ecosystem 2000, la società che ha in appalto la raccolta rifiuti, ed i 73 dipendenti. Dopo la decisione dell’amministrazione comunale di avviare la revoca dell’appalto per evidenti inadempienze, la società, che entro domani potrà presentare eventuali ricorsi, passa alla controffensiva e scarica le responsabilità sui lavoratori. In una nota inviata ai sindacati ed alla commissione di garanzia sul diritto di sciopero, la Ecosystem fa riferimento ad uno sciopero con l’occupazione del cantiere da parte delle maestranze edal 17 al 21 febbraio, in violazione alle leggi ed al contratto. Ma i sindacati non ci stanno e ieri, in una nota a firma dei tre segretari provinciali Fp Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, inviata al sindaco, alla società, alla commissione di garanzia sugli scioperi ed al Prefetto Monaco, hanno denunciando il tentativo da parte della società di «nascondere le sue inottemperanze contrattuali e di legge con false accuse di presunti scioperi illegittimi e di occupazione del cantiere mai avvenuti e mai proclamati». Facendo la cronistoria della vicenda, i sindacati accusano la società di numerose inadempienze: dal mancato pagamento degli stipendi, al cantiere inadeguato, dall’utilizzo improprio di personale extra, all’assunzione mai avvenuta dei lavoratori, alla inesistente fornitura di dispositivi di sicurezza fino al non rispetto dei patti sottoscritti in sede di direzione provinciale del lavoro. «Ogni possibile soluzione - afferma la nota - faticosamente concertata con l’indeciso ausilio dell’amministrazione di Marcianise è stata puntualmente sabotata da Ecosystem, che ha lo scopo di abbattere il costo del lavoro per mantenere vivo l’elevato ribasso».

Powered by PhPeace 2.6.4