Raccolta rifiuti, sciopero sospeso

IrpiniAmbiente ha convocato i sindacati per dopodomani sull'acquisizione del personale
19 febbraio 2011 - Lidia Salvatore
Fonte: Il Mattino Avellino

Salvatore Passo in avanti nella trattativa tra IrpiniAmbiente ed i sindacati, per l'acquisizione, da parte del soggetto unico di gestione, del personale del comparto. La ripresa della trattativa - i vertici della società provinciale hanno convocato i rappresentanti delle organizzazioni di categoria - ha convinto le parti sociali della necessità di sospendere lo sciopero di tutto il settore, proclamato per lunedì 21 febbraio. Non manca qualche polemica per la decisione di IrpiniAmbiente di convocare i sindacati proprio nella giornata prevista per la protesta. Il tavolo - al quale sono stati invitati i rappresentanti di Cgil funzione pubblica, Fit Cisl, Uil trasporti, Fiadel, Ugl igiene ambientale e Asso trasporti - è convocato, infatti, per lunedì 21, alle 12, presso la sede di IrpiniAmbiente in via Cannaviello. «Questa società - evidenzia, attraverso la nota inviata alle organizzazioni di categoria, l'amministratore unico Francesco Russo - sta procedendo, dal primo febbraio e senza soluzione di continuità, all'assorbimento del personale in forza alle società consortili, ai Cosmari, alle amministrazioni comunali. Per tutte le problematiche connesse e nelle more del ripristino delle trattative sindacali, atte a determinare una fattiva e risoluta collaborazione necessaria al completamento della fase di transizione, invitiamo le organizzazioni di categoria a partecipare all'incontro e contestualmente rinviare lo sciopero proclamato per lo stesso giorno». La sollecitazione ha ottenuto il risultato auspicato, anche se non manca qualche polemica. «Ancora una volta - evidenzia il responsabile del settore ambiente della Uil, Michele Caso - confermiamo la disponibilità al confronto ed alla trattativa, ribadendo che la nostra prerogativa non è quella di creare disagi o disservizi. La battaglia che va avanti da settimane è definita, esclusivamente, a chiedere il rispetto dei diritti dei lavoratori. Apprezziamo, in tal senso, la decisione di IrpiniAmbiente di invitare nuovamente le parti, anche se, per distendere gli animi ed evitare ulteriori tensioni, sarebbe stato più opportuno non convocare il tavolo nel giorno previsto per lo sciopero».

Powered by PhPeace 2.6.4