Raid nella notte: rubati 4 camion e distrutto un autocompattatore

Irruzione a Roccarainola bloccata la differenziata
In azione almeno 5 persone
15 febbraio 2011 - Antonio Russo
Fonte: Il Mattino

Roccarainola. Un autocompattatore distrutto e quattro camion più piccoli rubati: è il bilancio di un raid compiuto la notte scorsa in un deposito situato alla periferia del Comune di Roccarainola. L’attentato, che ha tuttora i contorni del giallo, di fatto ha bloccato la raccolta differenziata nel piccolo comune e lasciato nello sgomento gli amministratori comunali costretti a fare i conti con una nuova, imprevista spesa capace di mettere a dura prova le casse municipali. La cronaca è quella di una notte di febbrile attività per quella che deve essere stata una banda composta da almeno cinque o sei individui. I malviventi hanno fatto irruzione in un deposito nei pressi del rione Fellino, nella frazione di Gargani, e sono penetrati con facilità nello spazio a quell’ora deserto. Quattro di essi hanno forzato le serrature di altrettanti piccoli camion utilizzati per raccolta negli stretti vicoli del centro storico di Roccarainola e delle frazioni. Quindi si sono messi alla guida dei mezzi, e si sono allontanati facendo perdere le proprie tracce. Un altro membro del gruppo criminale invece ha utilizzato uno strumento diverso: una tanica di liquido infiammabile che è stata riversata probabilmente sulla parte anteriore dell’autocompattatore più grande. A quel punto è stato sufficiente un accendino per provocare la distruzione completa del veicolo. Del tutto esclusa la pista di un furto compiuto per motivi di lucro: i mezzi sottratti infatti, per quanto piccoli, non sono certo dei normali furgoni utilizzabili per fini commerciali. Difficile pensare quindi a una loro possibile rivendita sul mercato nero. Più probabile invece che gli autori del furto tendano nelle prossime ore a disfarsi un qualche modo delle quattro piccole «navette». Il Comune di Roccarainola, contrariamente a quanto accade in molti altri centri della zona, gestisce in maniera autonoma la raccolta dei rifiuti. I mezzi che sono stati appena «eliminati» infatti erano di proprietà dell’ente locale. In particolare il camion andato in fumo era stato comprato pochi mesi fa dall’amministrazione per un prezzo di 56mila euro. «Per il momento – commenta il sindaco Raffaele De Simone – siamo stati costretti a sospendere la raccolta differenziata. Entro la giornata di mercoledì tuttavia contiamo di risolvere il blocco forzato e di avere a disposizione dei nuovi mezzi». Per due giorni intanto la popolazione è stata invitata a non conferire rifiuti, in attesa della soluzione del problema.

Powered by PhPeace 2.6.4