Vallata

Ethernit e rifiuti, scatta il seuestro

Il materiale abbandonato in un'area naturalistica vicino al fiume Ufita
14 febbraio 2011 - Lidia Salvatore
Fonte: Il Mattino Avellino

Discariche abusive in una zona ad interesse naturalistico. Tremila metri quadrati di terreno in cui veniva sversato materiale edile di risulta. Lo scempio è stato fermato dai Carabinieri della stazione di Vallata che - in collaborazione con i colleghi della compagnia di Ariano - hanno posto sotto sequestro tre appezzamenti di terreno alla località Bruciolillo, in cui scorre anche l'omonimo torrente, affluente del fiume Ufita. I militari - intervenuti nell'ambito di un'operazione finalizzata a tutelare il territorio dallo sversamento e dallo smaltimento illecito di rifiuti, nell'ambito dei servizi disposti dal comando provinciale tesi a controllare l'intero territorio e prevenire i rischi connessi all'emergenza rifiuti - hanno rinvenuto anche numerose lastre di eternit. Per questo, nei prossimi giorni - non appena arriverà l'autorizzazione della Procura di Ariano che coordina le indagini - verrà effettuato un nuovo controllo, in collaborazione con i carabinieri del Noe ed i tecnici dell'Arpac, per valutare lo stato di inquinamento delle acque. Intanto, i militari della stazione di Vallata - dopo aver sottoposto a sequestro le aree adibite a discarica abusiva - non hanno provveduto a muovere alcuna contestazione a danno dei proprietari. I terreni appartengono, infatti, a pensionati del comune della Baronia che non possono essere ritenuti responsabili dello sversamento abusivo dei rifiuti. I responsabili sarebbero da ricercarsi, secondo i carabinieri, in alcune ditte edili della zona che avrebbero usufruito di quegli appezzamenti incolti per scaricare rifiuti speciali quali rocce da scavo misto a scarti derivanti da attività di costruzioni e demolizioni, nonché residui di fondo stradale. Sono state rinvenute anche numerose lastre di eternit. Le indagini sono finalizzate ad individuare i reali responsabili dello sversamento abusivo. In tal senso, i militari stanno ascoltando persone che potrebbero essere informate dei fatti per risalire ai responsabili. Ancora una volta, nel frattempo, sono stati determinanti i servizi di osservazione in abiti civili effettuati dai carabinieri.

Powered by PhPeace 2.6.4