Sversamenti a singhiozzo rivolta a Calata Capodichino

Rimosse ieri oltre mille tonnellate grazie alla apertura di Caivano
"Presto torneremo alla normalità"
14 febbraio 2011
Fonte: Il Mattino

Circa 1000 tonnellate di rifiuti sono state conferite negli impianti ieri a Napoli secondo i dati dell’ufficio flussi della Regione, che parla di «bilancio positivo». Nello stir di Caivano, aperto di domenica su disposizione della Regione, sono state conferite 350 tonnellate. L’impianto (che negli altri giorni funziona a scartamento ridotto perché ingombro di Fut) ha accolto ieri 360 tonnellate provenienti dall’Asia. Liberare lo stabilimento di Caivano è uno degli obiettivi dell’A2A (che fino all’ultimo momento aveva anche escluso di poter aprire ieri) che per questo ha siglato un accordo con la Markab per portare la frazione umida in Spagna. Ieri il quantitativo di rifiuti sversati è stato di 1300 tonnellate, 100 in più della produzione quotidiana. La domenica - informa l’uficio flussi della Regione - la produzione quotidiana diminuisce e si aggira sulle 1000 tonnellate. «Nell' ultima settimana sono state raccolte nelle strade 1000 tonnellate di rifiuti giacenti. Il cronoprogramma verso il ritorno alla normalità proseguirà nei prossimi giorni», è scritto in un comunicato. Ma in città sono ancora molte le strade che restano assediate dai rifiuti, in periferia ma non solo. A Calata Capodichino la rabbia dei residenti sta crescendo: qui non si raccoglie da giorni e ci sono in strada montagne di immondizia. I cittadini stanno tempestado di telefonate l’Asìa e il Comune, pronti a scendere in piazza. La situazione sta migliarano, invece, in centro. Resta aperta, intanto, la polemica sul sito di trasferenza che l’Asia dovrebbe aprire in città, come è stato più volte richiesto dalla Regione e come è previsto dall’accordo sottoscritto da tutti gli amministratori il 4 gennaio a Roma. I Comune ha individuato due possibili localizzazioni: una nell’area del depuratore a Napoli est e una a Scampia. Un’indicazione che ha già scatenato la protesta degli abitanti dell’area nord, tanto che sabato i parroci del quartiere avevano fatto suonare le campagne a morto in diverse ore della giornata contro la paventata ipotesi . E ieri proprio su questo punto il consigliere comunale del Pdl Raffaele Ambrosino ha attaccato gli ex candidati alle primarie del Pd sostenendo: «È scandaloso il silenzio di Ranieri, Cozzolino, Oddati e Mancuso sulla scellerata intenzione del sindaco di realizzare un sito di trasferenza dei rifiuti a Scampia».

Powered by PhPeace 2.6.4