A Castellammare cassonetti stracolmi e il sindaco dice: tenete i rifiuti in casa

Appello choc di Bobbio "Pronte sanzioni per chi sversa fuori orario"
15 dicembre 2010 - Maria Elefante
Fonte: Il Mattino

Castellammare. «Limitate il conferimento di rifiuti nei cassonetti già colmi. Non è uno scandalo chiedere alle persone di tenere i rifiuti a casa, dovrebbe essere normale collaborazione quando ci sono situazioni critiche». Il primo cittadino di Castellammare, il senatore Luigi Bobbio, si rivolge ai residenti consigliando loro di non gettare il sacchetto della spazzatura. Ed è subito polemica. Come potersi liberare del sacchetto nero è il «rompicapo» che cercano di risolvere i residenti di Castellammare. Come Napoli e molte città della provincia, anche le strade della città delle acque sono assediate da cumuli di immondizia. Malgrado la raccolta differenziata che da anni viene effettuata nelle periferie, la quantità di spazzatura prodotta ogni giorno sfiora le 88 tonnellate che a causa dello stop delle discariche giacciono attorno ai cassonetti, in alcuni casi coprendoli fino a nasconderli. Da qui l’appello del primo cittadino a non abbandonare i «rifiuti nei rifiuti». «Si tratta di cercare il contributo della cittadinanza – spiega Bobbio - per non aggravare la situazione in strada. Se i cassonetti sono pieni, come in tutti i paesi civili bisogna aspettare che vengano liberati per poter conferire nuovamente. Ma man mano che crescevano i mucchi di spazzatura – continua il sindaco – in cima alle cataste ho notato c’era di tutto. Evidentemente ci sono stati alcuni cittadini che si sono lasciati andare svuotando le proprie cantine. Parecchi cumuli invece sono stati incendiati, non è una prassi che adottano le persone perbene evidentemente qualche delinquente ha ben pensato di inscenare una protesta folle». Così, facendo appello al senso civico degli stabiesi, Bobbio ha comunicato attraverso un manifesto affisso in città nelle scorse ore, la richiesta di tenere i sacchetti fino al prossimo conferimento nella discarica di Savignano (140 tonnellate sversate secondo l’ultima autorizzazione). «Il sindaco invita tutti i cittadini stabiesi ad assumere un atteggiamento responsabile e a limitare il conferimento dei rifiuti nei cassonetti già colmi – si legge nel manifesto - di procedere col massimo impegno possibile alla differenziazione dei rifiuti e di utilizzare il servizio della società Multiservizi per i rifiuti ingombranti, al fine di evitare danni alla salute pubblica e al decoro urbano». Nessuna multa da temere per chi non riuscisse a trattenere i rifiuti sul proprio terrazzino o nell’androne del palazzo, piuttosto che in giardino. «La straordinarietà della situazione ci impone una certa tolleranza – spiega il sindaco-scerifffo – ma sono già all’opera e presto ci sarà un’ordinanza che regolerà la raccolta dei rifiuti. Per esempio i sacchetti potranno essere depositati solo dalle 20 alle 24 e non oltre previo sanzioni amministrative, provvederemo ad una corretta sistemazione dei cassonetti che scompariranno in alcune zone e provvederemo all’installazione di alcune isole ecologiche che sono state acquistate dalla passata amministrazione».

Powered by PhPeace 2.6.4