CESARO: «IL PIANO BERLUSCONI FUNZIONA, ORA GLI IMPIANTI»

Romano: solo discariche comunitarie, modello Terzigno ok

Fonte: Il Roma

«Non si realizzeranno più discariche regionali o provinciali, ma discariche consortili che serviranno esclusivamente le comunità che avranno scelto l'ubicazione dell'impianto in base a determinati accordi su scala locale». Lo ribadisce, l'assessore all'Ambiente della Regione, Giovanni Romano. «In merito alle notizie che ipotizzano la realizzazione di una discarica nel Nolano destinata ad accogliere i rifiuti di Napoli, preciso che si tratta di un'ipotesi destituita di fondamento. Il modello che la Provincia di Napoli, d'intesa con la Regione Campania, sta promuovendo - sottolinea - è il "modello Terzigno" e cioè quello di discariche deputate ad accogliere esclusivamente i rifiuti di un'area geograficamente limitata e decisa dalle comunità locali». «Tale modello sarà proposto ovunque, cioè in tutta la Campania. Ad esempio, a Salerno - aggiunge - la riapertura di Macchia Soprana servirà esclusivamente ad accogliere i rifiuti della provincia di Salerno. Accadrà, in effetti, ciò che è accaduto con cava Sari, dove 18 sindaci dell'area rossa, hanno raggiunto un accordo per sversare esclusivamente i rifiuti prodotti in quelle 18 cittadine nella discarica già esistente a Terzigno». E sulla cirisi interviene anche il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro (nella foto a destra): «Il piano concordato con il premier Berlusconi - dice - sta entrando completamente a regime. Sono fiducioso. Se l'aria nuova di collaborazione e di attivismo che si respira oggi, continuerà nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, saremo sulla strada giusta per risolvere una volta per tutte il dramma rifiuti a Napoli». E oltre la situazione di Napoli verranno affrontate immediatamente sul territorio quelle che vengono considerate elevate criticità, ovvero le situazioni di Castellammare di Stabia e Quarto, con un massiccio invio di mezzi di raccolta. Subito dopo, previsti interventi anche in altri comuni, non ultimo Melito. Oggi, intanto, a Chiaiano arriva il leader dell'Idv, Antonio Di Pietro, che incontrerà gli attivisti alla rotonda Titanic.

Powered by PhPeace 2.6.4