La nostra regione è al quarto posto nella classifica nazionale per sversatoi sequestrati

Rifiuti, il business' della camorra: in Campania 131 discariche illegali

8 novembre 2010
Fonte: Il Giornale di Napoli

NAPOLI - La Campania è al quarto posto nella classifica nazionale per sversatoi sequestrati. Ne sono 131. Il dato emerge dal dossier messo a punto da Legambiente ed Eco-pneus, la società consortile costituita dai 6 principali produttori di pneumatici operanti in Italia. Oltre mille le discariche abusive da Nord a Sud, 2 miliardi di euro di danno economico per le finanze e l'imprenditoria onesta dal 2005 a oggi, circa il 25% della produzione pari a oltre 87mila tonnellate smaltita illegalmente. E' in sintesi il quadro dei traffici illegali di pneumatici fuori uso (put). Le regioni a tradizionale presenza mafiosa (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia), sono quelle più colpite dalla presenza di siti illegali: qui si concentra più del 63% delle discariche abusive, per una superficie complessiva pari al 70,4% di quella sequestrata in tutta Italia dalle Forze dell'ordine. La prima regione per numero di discariche sequestrate, contenenti pfu, è la Puglia, con 230 siti, quasi il 22% del totale nazionale. Al secondo posto della classifica per regioni si colloca la Calabria con 159 siti illegali, seguita dalla Sicilia (con 141 discariche), e dalla Campania, con 131.Tra le regioni del centro, il Lazio è la più colpita con 77 siti illegali, per un'estensione che supera i 75 mila metri quadrati. Al primo posto tra le regioni del nord figura il Piemónte, con 37 discariche sequestrate. Fino ad oggi sono state 19 le inchieste per traffico illecito di rifiuti, che hanno riguardato i pneumatici fuori uso. L'attività giudiziaria ha portato all'emissione di 58 ordinanze di custodia cautelare, alla denuncia di 413 persone e al coinvolgimento di 122 aziende. Le Procure che hanno indagato sui traffici illeciti di pfu sono state 14 e le inchieste hanno riguardato ben 16 regioni e 8 stati esteri. Fino ad oggi il 2010 è l'anno che ha registrato il maggior numero di indagini su 'copertone selvaggio', arrivate a quota 5, con il più alto numero di arresti, ben 14. Si va, in pratica, dalle discariche di ridotte dimensioni, frutto della smania di risparmiare qualche spicciolo da parte di piccoli operatori (gommisti, officine, trasportatori, intermediari), a quelle più grandi, dove appare evidente la presenza di attività organizzate per il traffico illecito, svolte sia in Italia che all'estero. Secondo le stime più attendibili sono circa 350 mila le tonnellate di pfu prodotte annualmente nel nostro Paese. Una quantità importante, frutto della vendita di oltre 30 milioni di pneumatici per autovettura, 2 milioni per autocarro, 3 milioni per mezzi a 2 ruote e 200 mila per mezzi industriali ed agricoli, cui corrisponde, in linea di massima, l'uscita dal mercato di altrettante quantità di pneumatici usati.

Powered by PhPeace 2.6.4