«Allo stato nessuna parentela tra la famiglia Vitiello e i boss»

30 ottobre 2010 - giu.cri.
Fonte: Il Mattino

In relazione all’articolo pubblicato dal Mattino il 28 ottobre dal titolo »Un socio della cava è parente del boss» l’avvocato Francesco Sorrentino, per conto di Giovanni Vitiello precisa che «allo stato alcun componente della società Fratelli Vitiello di Alfredo srl tantomeno parenti o affini alla famiglia Vitiello, hanno qualunque grado di parentela con boss o soggetti legati a qualsiasi titolo alla malavita organizzata. Giovanni Vitiello non è, né allo stato può essere, considerato in alcun modo contiguo o anche soltanto colluso a qualsivoglia boss o clan. La falsità dell’affermazione è facilmente riscontrabile sulla scorta dell'inesistenza di atti giudiziari o semplici informative al riguardo. Tra i soci della società non figura alcun Giuseppe De Gennaro». Prendiamo atto delle precisazioni dell’avvocato Francesco Sorrentino per conto del signor Giovanni Vitiello, che non risulta indagato nell’inchiesta sulle cave di Terzigno. E tuttavia confermiamo integralmente quanto scritto nei due articoli, ribadendo che le circostanze riportate sono contenute in una informativa di polizia trasmessa alla Dda di Napoli.

Powered by PhPeace 2.6.4