Quarto, l’appello

"Rischio collasso, più turni per sversare in discarica"

12 ottobre 2010
Fonte: Il Mattino

«I Comuni che sversano a Terzigno sono penalizzati! La Regione provveda a garantire la turnazione dei comuni che conferiscono nella discarica vesuviana». Il sindaco di Quarto, Sauro Secone, dopo aver chiesto l'intervento dell'Esercito per tutelare gli operatori ed i mezzi che conferiscono nel sito di Terzigno, oggi è tornato sul problema per evidenziare un altro aspetto che crea notevoli problemi operativi. «Quando le aziende - afferma - vengono a conoscenza che gli automezzi in noleggio sono diretti a Terzigno si rifiutano di concederli per paura di subire danni. Le strade dei nostri Comuni restano così piene di spazzatura. In questo modo siamo fortemente penalizzati». La situazione rifiuti nella cittadina flegrea rimane sempre molto critica. I mezzi della Quarto Multiservizi spa, la municipalizzata che si occupa del servizio di raccolta dei rifiuti in città, sono riusciti a sversare nella discarica di cava Sari a Terzigno, ma nelle strade di Quarto rimangono oltre 1200 quintali di spazzatura non prelevata. Secone lancia un nuovo allarme: «In strada c'è ancora troppa spazzatura non rimossa e se la Regione non ci concede scarichi suppletivi continueremo ad andare in sofferenza per almeno altri 10 giorni. Tutti gli sforzi per rendere più pulita la nostra città vengono vanificati dall'impossibilità di conferire i rifiuti. Abbiamo la sventura di essere stati destinati alla discarica di Terzigno e, a differenza di altri enti locali inviati in altri siti, i nostri mezzi non solo devono attendere per ore ma ogni notte rischiano la propria incolumità per le proteste e gli atti di guerriglia».

Powered by PhPeace 2.6.4