Grandi pulizie fai da te: anche a Fuorigrotta i cittadini si armano di scopa e paletta

Nei giardini di Piazzale Tecchio cumuli di bottiglie, bombole di gas e giochi per bambini in frantumi
8 ottobre 2010 - Paolo Barbuto
Fonte: Il Mattino

Pulizie fai da te a Fuorigrotta Tagliaerba e ramazze, sacchetti per l’immondizia e guanti: un gruppo di cittadini di Fuorigrotta si è radunato nei giardinetti di piazzale Tecchio e ha cancellato i segni di mesi di abbandono e di degrado. L’iniziativa segue quella del popolo di Forcella che la settimana scorsa decise di ripulire piazza Calenda e le mura greche che erano diventate la pattumiera ufficiale della zona: anche in quell’occasione furono i cittadini ad armarsi di sacchetti e pazienza per cancellare i segni dell’inciviltà. A Fuorigrotta l’iniziativa è scaturita su sollecitazione della vulcanica Rosaria Russo, consigliere municipale Idv ma soprattutto paladina della legalità nella municipalità. Sua la battaglia per la derattizzazione di Bagnoli che ha portato alla luce le negligenze dell’Amministrazione, suoi gli interventi per ripulire e rimettere in sesto via Consalvo. Attorno alla Russo si sono radunati tanti cittadini del quartiere: in testa al gruppo Carmine Schiano, presidente della sezione Idv dei Campi Flegrei, tra gli altri anche Giacomo Fucito, Salvatore del Noce, Raffaele Marano, Antonio Cannavale che è ministrante della chiesa del Sacro Cuore. C’era anche la giovanissima Eliana che lavora in Calabria ed è tornata apposta per dare una mano. Tutti animati semplicemente dalla voglia di dare un segnale di civiltà. Un messaggio lanciato in maniera trasversale a tutta la città: agli amministratori che hanno consentito il lento e inesorabile degrado dei giardinetti, agli incivili che hanno distrutto i giochi per i bimbi e hanno depositato in quel luogo ogni tipo di pattume, ma anche ai semplici cittadini che hanno visto ma non si sono indignati, non sono intervenuti, non hanno denunciato. Alla fine della mattinata di lavoro i cittadini hanno raccolto cinque giganteschi sacchi neri dell’immondizia e un immenso cumulo di materiale ingombrante. In mezzo all’erba dei giardinetti di piazzale Tecchio c’erano decine di bottiglie di birra e vodka, molti indumenti, centinaia di confezioni di «Borghetti» (lo stadio è praticamente lì), ma anche bottigline di metadone, cartoni per la pizza, lattine di bibite d’ogni genere. Tra i rifiuti ingombranti sono stati recuperati una bombola di gas ancora mezza piena, un paio di passeggini, tre sedie da spiaggia e, purtroppo, i pezzi residui dello scivolo giallo installato dal Comune per far divertire i bimbi della zona. Nell’area ce n’erano due, uno è stato divelto e portato chissà dove, un altro (quello recuperato dai cittadini) è stato ridotto in pezzi e lasciato a marcire nell’erba. I giardinetti erano anche attrezzati con quattro altalene per i bimbi. Due sono state vandalizzate, altre due vengono gelosamente custodite dal proprietario delle giostrine che affacciano sulla piazza. Anche se appartengono al Comune, l’uomo la sera rimuove il sediolo e le corde per conservarle, le va a rimettere a posto la mattina seguente: «Io vivo tra i bimbi e mi veniva la tristezza quando li vedevo arrivare qui e piangere perché qualcuno gli aveva distrutto le altalene». Prima dell’intervento di bonifica, comunque, il problema non si poneva nemmeno. Il degrado era talmente elevato che nessuna mamma consentiva al suo bimbo di infilarsi in quella selva d’erbaccia per raggiungere le altalene. I cittadini che hanno ripulito l’area hanno provveduto anche a questo: con un decespugliatore e un tagliaerba a filo si sono fatti strada nella selva di erbacce liberando i giardinetti. Solo in un punto le operazioni si sono arrestate: nell’angolo a destra dei giardinetti dove, alle spalle di una vegetazione fitta gli homeless hanno creato un gabinetto all’aperto. La puzza e i residui che erano lì dietro hanno avuto la meglio sulla battaglia di civiltà: per fare pulizia in quella zona occorrono materiali speciali. Non bastano guanti, sacchi neri e buona volontà.

Powered by PhPeace 2.6.4