Villa Literno

Scarichi killer, la New Beton nel mirino

Blitz degli agenti di Casapesena nell'impianto di calcestruzzi
Iliquami non venivano depurati
7 luglio 2010 - Maril├╣ Musto
Fonte: Il Mattino Caserta

Smaltivano materiale senza avere un registro di carico e scarico. Facevano defluire i rifiuti di lavorazione dell’impianto di calcestruzzi nel canale di raccolta di acque piovane della provincia di Caserta, grazie a uno scavo nel terreno. Erano solo alcune delle violazioni che i responsabili dell’azienda di calcestruzzo New Beton – ex Beton Pavè - commettevano sotto gli occhi di tutti. Fino a ieri. Quando un controllo dei poliziotti di Casapesenna ha portato al sequestro di strutture situate all’interno della società e al blocco della lavorazione del materiale. Mario Reccia – proprietario delle strutture - è stato denunciato per abusi edilizi. E Aniello Russo, di 35 anni, presidente della società, è stato denunciato per una miriade di altri reati. Il sistema ero lo stesso di quello utilizzato dagli allevatori bufalini accusati di gettare liquami nei canali dei Regi Lagni. Le violazioni in materia ambientale, sono tante quasi quanti sono gli anni trascorsi dal primo sequestro dell’azienda. Sequestrata nel 1995, confiscata in primo grado nel settembre 2005, era stata restituita ai proprietari nel 2008 con una decisione dei giudici d’Appello nell’ambito del maxiprocesso Spartacus I. La Beton Pavè - la «scatola d’oro» per i Casalesi legata al clan di Mario Iovine, secondo i giudici di Spartacus in primo grado - non poteva essere confiscata per i magistrati di Appello. Perché Stefano Reccia, fratello del titolare della Beton Pavè, era stato già condannato con sentenza definitiva per associazione camorristica. Quindi la corte di Appello ha restituito al titolare e alla famiglia l’azienda di calcestruzzo che per tredici anni era stata amministrata da custode giudiziario. Poi, nel 2008, la società aveva cambiato nome diventando la New Beton, con sede a Villa Literno. Un’azienda apparentemente senza macchia. Mario Reccia, fratello di Stefano, era stato infatti assolto nel processo Spartacus II.

Powered by PhPeace 2.6.4