L’ex presidente: tutto trasparente sporgerò querela

12 marzo 2010 - pi.car.
Fonte: Il Mattino Salerno

È un fiume in piena Dario Barbirotti, ex presidente del Consorzio di Bacino Salerno 2, nel rispondere alle accuse dell’avvocato Giuseppe Corona, che conferma, punto per punto, quelle diffuse qualche giorno fa dal presidente della Provincia Edmondo Cirielli. Immediatamente dice: «Mi riservo di fare querela contro Cirielli. Finora non ho avuto tempo perchè sono in campagna elettorale, ma quello del presidente della Provincia è un atteggiamento, oltre che immorale, che lo qualifica per quello che è. Gli consiglio di smettere di parlare di persone per bene e incensurate, quando nelle liste che fanno riferimento anche a lui ci sono persone non altrettanto pulite». Entra nel merito delle accuse di Corona: «Abbiamo consegnato il Consorzio con 35 milioni di credito e 18 milioni di debito. In dodici anni di gestione, non c’è mai stato un bilancio in perdita. Devono riflettere prima di dare cifre a casaccio». Poi, sulle spese eccessive: «Una società con centinaia di dipendenti, che opera su nove impianti, non può che avere spese elevate. Di cosa parlano?». Per esempio quelle di manutenzione: «Ci sono 50 mezzi di proprietà della struttura commissariale, che non potevano essere rottamati. Erano in cattive condizioni e andavano messe a punto con frequenza». Il credito col Comune di Salerno? «Sono stati attivati i decreti ingiuntivi. Cirielli andasse a guardare i 2 milioni che Pagani deve al Consorzio Salerno 1. E Pellezzano? E San Severino?». E tanto per chiarire: «Io ero organo politico, con dovere di direzione e non di gestione. Quindi respingo al mittente tutte le accuse: posso solo dire che i dirigenti hanno bene operato. Che fa Corona? Il portavoce di Cirielli?».

Powered by PhPeace 2.6.4