La polemica La maggioranza del parlamentino elude l’argomento e i sindaci attaccano

Frana Montaguto, la Provincia non risponde

Volpe (Idv) esce dall'aula "Stop alle scelte tampone, la gente chiede soluzioni"
24 febbraio 2010 - Vincenzo Grasso
Fonte: Il Mattino Avellino

Frana Montaguto, polemiche in Provincia anche sui tempi di discussione dell’argomento all’ordine del giorno. Presenti in aula i sindaci di Montaguto, Greci e Savignano e alcune rappresentanze della Valle del Cervaro, il consigliere dell’Idv, Antonio Volpe, ha invitato l’assise a votare per l'inversione dell’ordine del giorno per trattare subito l’argomento. Dai banchi della maggioranza, però, stante la temporanea assenza dell’assessore ai Lavori pubblici Cusano, è venuta la decisione di attendere per la discussione. A seguito del voto sulla inversione dell’ordine del giorno, respinta, sono usciti dall’aula alcuni consiglieri del Pd e dell’Idv, seguiti dai sindaci di Greci, Savignano e Montaguto. «Sono profondamente deluso - spiega Volpe - per quanto accaduto. Nella mia relazione avrei chiesto due cose: che della frana di Montaguto si occupasse da oggi in poi il Ministero delle Infrastrutture e la Protezione Civile nazionale. Finora con gli interventi tampone non è stato risolto alcun problema. La Provincia, da parte sua, oltre a stare a fianco delle popolazioni residenti, avrebbe dovuto impegnarsi per far ottenere un ristoro ai commercianti e agli operatori economici del territorio». Delusione, mista ad amarezza, anche da parte dei sindaci. «Non intendo entrare nella polemica politica - afferma il sindaco di Greci, Bartolomeo Zoccano -. Si poteva manifestare però una diversa sensibilità a questo problema. Mi auguro in ogni modo che la Provincia e il Consiglio provinciale possano recuperare, riprendendo in mano la questione, dandoci una mano per farci uscire dall’isolamento nel quale ci troviamo». «Lo sanno tutti - ribatte il sindaco di Montaguto Andreano - che la situazione precipita. Siamo venuti in Provincia per un aiuto e non per assistere a polemiche». Per l’assessore provinciale Generoso Cusano quella messa in atto dall’opposizione è solo una «polemica pretestuosa e strumentale». «Ero temporaneamente assente - precisa - perchè impegnato in Prefettura. Quando sono arrivato in consiglio era appena finita la sceneggiata messa in atto dal consigliere Volpe, al quale voglio ribadire che il sottoscritto sta seguendo la vicenda di Montaguto da anni. L’argomento, tra l’altro, è stato affrontato in consiglio provinciale nel mese di agosto scorso. Solo da allora si è mosso qualcosa. Le responsabilità sono da ricercare altrove, e non tra gli esponenti della maggioranza di centrodestra alla Provincia».

Powered by PhPeace 2.6.4