Paduli

"Discarica, la guardia resta alta"

Rubino, presidente del Copsa: "Bene l'impegno della provincia, ma l'allarme non è cessato"
16 gennaio 2010 - Luigi Patierno
Fonte: Il Mattino Benevento

Manifestazione a Paduli Paduli. La grande mobilitazione popolare di giovedì che ha visto la comunità padulese riversarsi a Benevento, davanti alla Rocca dei Rettori, in occasione del Consiglio provinciale convocato in seduta aperta, sembra aver prodotto di sicuro qualche buon risultato e le parole del Presidente della Provincia Aniello Cimitile danno ampie garanzie a tutti i cittadini di Paduli e di Sant’Arcangelo Trimonte, perché scongiurano del tutto la possibilità di ogni eventuale tentativo di ampliamento della discarica regionale di contrada Nocecchia. Il presidente del Copsa ( Comitato Salute Ambiente di Paduli) Nicola Rubino si dice soddisfatto di questo primo risultato, ma non appagato ancora, perché la strada da fare non termina qui e le parole del presidente Cimitile, e della deputazione provinciale non bastano a placare l’allarme generale: i membri del comitato continueranno a lavorare senza sosta e ad incontrarsi con frequenza, senza abbassare la guardia, perché obiettivo di tutti è che il territorio non debba pagare in futuro altri dazi. Un dato risulta evidente, la risposta dei padulesi alla manifestazione popolare di protesta è stata forte, c’è stato l’impegno di tutti e un grande senso di responsabilità, in modo particolare degli artigiani locali e degli esercenti delle attività commerciali che hanno aderito in massa, sospendendo l’esercizio delle proprie occupazioni lavorative, infatti, solo due commercianti in tutto il paese non hanno partecipato, e questo è il segno tangibile di un evidente senso civico raggiunto. «Sono convinto - spiega Rubino - che i problemi si risolvono portando avanti le battaglie in modo compatto, e Paduli sin dal primo giorno in cui scattò l’allarme ha sempre risposto in modo coeso, amministrazione e opposizione comunale, parrocchia e associazioni locali, hanno lavorato in comunione di intenti per scongiurare un nemico comune, non posso non ringraziare inoltre, il dirigente scolastico e i genitori dei bambini dell’istituto ”Manzoni”, per aver permesso ai propri figli di partecipare alla manifestazione di giovedì». «Della mobilitazione - sostiene Rubino - dispiace che nonostante tutte le precauzioni e l’aver concordato con la Questura le misure da prendere per evitare disagi alla circolazione, diversi manifestanti che hanno parcheggiato la propria auto a piazza Risorgimento siano stati multati a causa dei parcometri: un inconveniente che poteva essere evitato». È evidente che l’impatto negativo della discarica di Sant’Arcangelo Trimonte abbia prodotto danni all’agricoltura, alle attività commerciali, e alla salute dei cittadini; dall’inizio dei conferimenti dei rifiuti terreni e fabbricati hanno subito un gravissimo deprezzamento, e le esalazioni provocano ulteriori problemi. Il comitato ha chiesto perciò alla deputazione sannita di attivarsi concretamente per modificare il decreto legge 30 dicembre 2009 e di istituire al più presto una commissione di verifica e controllo sui flussi e sulla qualità del conferimento; il presidente del Copsa, infine, auspica che la commissione non venga allargata in modo esagerato, così come ha indicato l’assessore Aceto, perché vi è la paura che in caso di ampia partecipazione non vengano più tutelati gli interessi delle due comunità.

Powered by PhPeace 2.6.4