Paduli L’assemblea pubblica

"Discarica decisioni trasparenti"

Cresce il timore che si stia preparando il terreno per il raddoppio del sito
30 novembre 2009
Fonte: Il Mattino Benevento

Paduli. La vicenda del pericolo dell’ampliamento della discarica di S. Arcangelo tiene ancora banco, nonostante le assicurazioni che la coordinatrice provinciale del Pdl, Nunzia De Girolamo, ha dato dopo un colloquio con il Capo Gabinetto del sottosegretario all’emergenza rifiuti. Ieri si è tenuta una manifestazione pubblica nello spazio adiacente la scuola elementare, contro l'ampliamento della discarica in località Nocecchie di Sant'Arcangelo Trimonte. Presenti, con il sindaco Michele Feleppa, diversi sindaci ed amministratori dei paesi limitrofi, l'assessore provinciale all'Ambiente, Gianluca Aceto, il senatore Cosimo Izzo, il segretario provinciale dell'Udc, Gennaro Santamaria, rappresentanti del mondo dell'ambientalismo associato e dei comitati civici. Il sindaco Feleppa ha ricordato che dopo la riunione urgente del Consiglio comunale è stato deciso di costituire un Tavolo Istituzionale al fine di promuovere le iniziative ed azioni necessarie ad ostacolare le attività eventuali poste in essere dal Sottosegretariato all'Emergenza Rifiuti e dall'Amministrazione Provinciale di Benevento propedeutiche all'eventuale individuazione del Comune di Paduli quale sito idoneo alla ubicazione di una discarica di rifiuti solidi urbani. Un’altra manifestazione del comitato si terrà questa sera. A rassicurare i presenti, circa 500 persone, è stato l'assessore Gianluca Aceto che ha affermato in maneira chiara e precisa che «Non è stato deciso alcun impianto su questo territorio». L’assessore si è poi soffermato sulla società provinciale per la gestione del ciclo dei rifiuti che la Provincia deve varare. «L'unico incarico che sto per affidare, è quello di amministratore unico per la società provinciale. E sul sito di compostaggio da realizzare in provincia di Benevento, si sta cercando di fare in modo che non ci sia bisogno di ulteriori territori. Stiam o vedendo di recuperare in parte la struttura di Casalduni, per utilizzarla anche per il compostaggio. Il confronto su queste tematiche sarà trasparente e chiaro. L’impegno e la collaborazione mia e del presidente Cimitile è convinta». Gennaro Santamaria, segretario provinciale dell’Udc si è detto convinto che la battaglia contro l’ampliamento debba essere portata avanti da tutte le forze politiche. «Questa è una battaglia - ha detto Sanatamaria - che non può essere condotta dalla sola comunità padulese, ma, deve coinvolgere tutta la comunità sannita. Quello che si sta per realizzare a Paduli è l'ennesimo scempio a danno del nostro territorio da parte della Regione Campania. Non è possibile che il Sannio debba pagare ancora una volta un alto dazio ospitando l'ennesima discarica regionale sul proprio territorio». Santamaria ha quindi esortato l'assessore provinciale all'ambiente a velocizzare i tempi per l'autonomia del nostro territorio dal resto della Campania nella gestione dei rifiuti. L'Udc, infine, per alzare il livello della mobilitazione propone la convocazione di un consiglio provinciale aperto su questo argomento e sulla questione più generale della gestione dei rifiuti in provincia di Benevento e nell'intera regione Campania. Anche il senatore Izzo ha espresso la convinzione che «la comunità nazionale e quella regionale non possono chiedere ulteriori sacrifici alla provincia di Benevento. Le notizie di un allargamento della discarica, comunque, non hanno ancora avuto conferma, nè mi risulta che ci sia intenzione da parte del Commissariato di assumere iniziative in questa direzione».

Powered by PhPeace 2.6.4