Riorganizzazione dei servizi La società partecipata ha incontrato i sindacati ci sarà un potenziamento

Salerno Pulita, intesa su nuove assunzioni

Accordo raggiunto, si decide sul numero. Tutti gli interinali diventeranno part time e si risparmierà sullo straordinario
11 novembre 2009 - Alfonso Schiavino
Fonte: Il Mattino Salerno

Tutto come previsto, tranne forse la maxidurata della trattativa. Il confronto finale per la riorganizzazione di Salerno Pulita ha prodotto l'atteso accordo fra azienda e sindacato. La riunione è cominciata in mattinata ed è finita nel pomeriggio inoltrato. Circa otto ore di dialogo hanno fruttato una soluzione soddisfacente per entrambe le parti. La società partecipata del Comune, che fra l'altro cura lo spazzamento e la raccolta differenziata in città, potrà assumere nuovi lavoratori a tempo determinato (dalla famosa graduatoria stilata con il sorteggio) e pagherà ai dipendenti premi di produttività vincolati al bilancio e (anche) alla presenza effettiva. La manovra, secondo le parti, si ripagherà con l'abbattimento dello straordinario e con il ricorso al part time per tutti gli interinali. Per Salerno Pulita hanno partecipato alla trattativa il presidente Antonio Colombo e l'amministratore delegato Giuseppe Ferrigno. Per i sindacati: Angelo De Angelis (Cgil), Giuseppe Landolfi (Cisl), Franco D'Amato (Uil) e i rappresentanti aziendali. Vediamo alcuni dettagli. Assunzioni. L'accordo intende promuovere iniziative volte a favorire il miglioramento del servizio: «In tal senso - spiegano i firmatari - si aumenterà il ricorso ai lavoratori in somministrazione attraverso un utilizzo più articolato, mediante il potenziamento delle squadre, le modalità delle effettuazioni delle prestazioni, gli orari». Linguaggio non proprio diretto. In sostanza, significa che c'è un fabbisogno di personale, quindi bisogna incrementare gli organici per fronteggiare le esigenze e le carenze. «Il sindacato - spiega De Angelis - propone che l'incremento avvenga entro il primo dicembre, l'azienda non lo esclude ma si è riservata di decidere entro il 15 gennaio». Quanto ai numeri: Salerno Pulita non si sbilancia, per il sindacato si può arrivare fino a 65 inserimenti. Vedremo. Orario. Come si finanzia l'ampliamento? In parte limitando lo straordinario, in parte con la riduzione dell'orario: tutti i lavoratori interinali (vecchi e nuovi) lavoreranno 24 ore settimanali anziché 36. Inoltre, il sindacato ha accettato una maggiore flessibilità sull'articolazione dei turni, per cui sarà possibile fare squadre e orari diversi, anche pomeridiani, articolati secondo le zone. Premi. Nel 2010 ci sarà un premio di risultato legato ad alcuni parametri: il bilancio, la produttività e (parzialmente) le presenze effettive. Cioè, se i conti aziendali risulteranno positivi, i lavoratori fissi prenderanno 400 euro più una somma oscillante pensata per limitare le assenze per malattia: chi si limita a 8 giorni guadagnerà 700 euro, poi a scendere fino a 200. Stesso meccanismo, ma con somme inferiori e riferite alle ore di lavoro, per gli interinali. Una tantum. L'accordo riconosce un premio anche per il 2009: 300 euro per chi ha lavorato tutto l'anno, dodicesimi per gli altri. Motivazione: il risultato positivo della raccolta differenziata e il generale apporto dato dai dipendenti al raggiungimento dell'obiettivo. Commenti. Colombo: «Un buon accordo, basato sull'analisi certa delle cose fatte e delle cose da fare. Abbiamo firmato un'intesa rispettosa dell'impegno dei lavoratori e delle esigenze della società. Andiamo a ristrutturare l'azienda, sperando di vederla ancora più operativa e produttiva». De Angelis sottolinea tre risultati: «L'incremento del personale mantenendo ferma la spesa, la verifica trimestrale del bilancio e le premialità legate al lavoro effettivamente svolto».

Powered by PhPeace 2.6.4