Termovalorizzatore di Acerra, Bertolaso querela Sodano

Il sottosegretario all’emergenza rifiuta denuncia l’ex senatore di Rifondazione a seguito dell’esposto che chiedeva la chiusura dell’inceneritore e della discarica di Chiaiano. Il commento di Sodano: "Così sarò ascoltato subito in Procura".
24 giugno 2009 - La Redazione
Fonte: Il Mediano

Lo scontro tra l'ex senatore Tommaso Sodano e il sottesegretariato all'emergenza rifiuti sulla gestione del termavalorizzatore di Acerra e della discarica di Chiaiano finisce in Procura. La struttura del sottosegretariato ha presentato una denuncia contro il politico di Rifondazione Comunista, che e' stato candidato alla presidenza della Provincia di Napoli, attualmente consigliere provinciale.

Oggetto dello scontro e' un articolo pubblicato, nelle scorse settimane, sul sito internet di Tommaso Sodano, che riprendeva un esposto presentato in Procura dallo stesso politico, col quale si chiedeva il sequestro del termovalorizzatore di Acerra, segnalando poi rischi per la salute dei cittadini. Nella denuncia contro Sodano si afferma che le obiezioni mosse sul funzionamento del termovalorizzatore di Acerra sono destituite di fondamento e che nello stesso impianto non si bruciava ''tal quale''. Inoltre viene contestato anche il dato sull'emissioni delle polveri sottili.
Per quanto riguarda la discarica di Chiaiano nell'esposto del sottosegretariato si afferma che la denuncia di un presunto inquinamento delle falde e dell'aria non è suffragato da alcun dato tecnico.

''Sono contento che il sottosegretariato abbia presentato una querela nei miei confronti. Chiedero' alla Procura di Napoli di essere ascoltato al piu' presto, in modo da fare chiarezza sulle questioni da me segnalate''. Così l'ex presidente della Commissione ambiente alla Camera dei Deputati, Tommaso Sodano, commenta la notizia della querela presentata nei suoi confronti.
''Non è questa la sede per replicare alle contestazioni mosse, ci sono le sedi opportune per farlo'', dice ancora Sodano.

Powered by PhPeace 2.6.4