Il nuovo sindaco Zamarra respinge le accuse e assicura un pronto intervento di bonifica

Discarica abusiva nel centro sportivo

Tonnellate di immondizia nell’area diventata infrequentabile. Ci sono anche pannelli di amianto
15 giugno 2009 - Michele De Leo
Fonte: Il Mattino Avellino

Vallata. Una discarica abusiva. A poche decine di metri dal centro abitato. Tonnellate di immondizia stoccate tra l'indifferenza generale. L'area di località Spannitoio di Vallata, che ospita i campi di tennis e calcetto, è diventata, da mesi, il punto di raccolta di centinaia di sacchetti di rifiuti di ogni genere. Dagli scarti di alimenti alla plastica, fino all'eternit e ad altri materiali pericolosi. Il sito è stato utilizzato, dall'amministrazione comunale uscente, come sfogo durante le ultime emergenze del settore rifiuti. Ma non è mai stato ripulito. La questione ha interessato anche l'ultima campagna elettorale, durante la quale il sindaco allora in carica Carmine Casarella, poi eletto al consiglio provinciale, aveva addebitato al venir meno di un'associazione locale, che, in un primo momento, aveva manifestato interesse per la gestione delle strutture, il mancato utilizzo dei campetti di località Spannitoio. La vicenda aveva scatenato un vespaio di polemiche, dalle quali si era sempre tirato fuori il candidato della lista "Il Dialogo" Francescantonio Zamarra, avversario dello schieramento in cui era candidato Casarella. Dopo l'elezione plebiscitaria alla carica di sindaco, Zamarra si è subito fattivamente impegnato per avviare il recupero e la bonifica dell'area. Il neo primo cittadino ha sollecitato l'ufficio tecnico comunale a mettere in moto le necessarie procedure per garantire la ripulitura ed il ripristino, in tempi brevi, dei quattro impianti sportivi. L'interesse del neo sindaco ha riaperto le polemiche, alimentate ancora da Casarella secondo cui i campi di tennis e calcetto non ospitavano rifiuti e, anzi, erano utilizzabili dalla cittadinanza locale. «Volutamente - ribatte Zamarra - mi sono sempre sottratto, durante questa campagna elettorale, alle polemiche e alle accuse. La situazione dei campi di località Spannitoio è sotto gli occhi di tutti e la documentazione fotografica dimostra la necessità di un intervento concreto per ripristinare e bonificare l'area. Conta poco che i campetti siano liberi dai rifiuti quando, tutto intorno, è presente una notevole quantità di immondizia». In prossimità dei campetti vi sono, infatti, tre cassoni stracolmi di rifiuti di ogni genere. Ma anche davanti allo spogliatoio sono accumulati centinaia di sacchetti, in questo caso prevalentemente di plastica. Tra l'altro, la zona è diventata regno di insetti di ogni specie e anche di ratti e cani randagi. Dimostrazione è la presenza di sacchetti devastati, il cui contenuto, fatto anche di scarti di cucina e di alimenti, è sparso dappertutto. A preoccupare maggiormente, però, è l'accumulo di una quantità, seppur non rilevante, di eternit, protetta solo da una retina di colore arancio.

Powered by PhPeace 2.6.4