Prosegue il confronto tra i due partiti maggiori sulla crisi della gestione dei servizi ai cittadini

Consorzio unico rifiuti presidenza bipartisan

Iodice-Giuliano, venti giorni per individuare il nome
17 maggio 2009 - Lia Peluso
Fonte: Il Mattino Caserta

La piattaforma di organizzazione bipartisan degli enti e delle società sta per diventare operativa, dopo l'intesa che è stata raggiunta tra i coordinatori provinciali del Partito democratico e del Popolo della Libertà, Enzo Iodice e Pasquale Giuliano. Giovedì scorso, l'incontro, dopo un confronto all'interno dei rispettivi partiti, che prevede la costituzione di gruppi di lavoro, per poi arrivare ad individuare la classe dirigente che sarà messa alla guida di tutti gli enti che erogano servizi per l'intera collettività. L'impegno prioritario per i due coordinatori è di costituire una piattaforma amministrativa che individui i ritardi le esigenze, le carenze e le modalità di intervento, coinvolgendo anche le istituzioni del territorio. La priorità per il momento resta il Consorzio dei rifiuti: «qui i tempi saranno abbastanza celeri, perché c'è l'esigenza di aprire e chiudere il confronto al più presto possibile», come ha affermato Iodice, anche perché, proprio in riferimento alla questione della presidenza del Consorzio è arrivata la circolare da Roma, che annunciava la decadenza dell'attuale presidente, Enrico Fabozzi, individuato a suo tempo in qualità di sindaco di Villa Literno, ma poi c'è stato lo scioglimento del Consiglio e questo aveva aperto un dibattito politico, proprio sulla presidenza del Consorzio. Dibattito che sarà chiuso definitivamente quando il vice presidente dell'Ente, Enrico Parente, convocherà l'assemblea dei sindaci per provvedere alla nomina del presidente e del suo vice. Un accordo sui nomi ancora non c'è tra centrodestra e centrosinistra, ma da qui a venti giorni, quando si terrà l'assemblea, l'intesa sarà raggiunta, confermano fonti attendibili. Ma il ventaglio dei settori sotto la lente dei leader dei due partiti maggiori degli opposti schieramenti è più ampio e va dalla sanità, all'ambiente, ai trasporti fino alla sicurezza. L'altra emergenza, che sarà affrontata da Pd e Pdl, riguarda l'Acms e per verificare lo stato dell'azienda di trasporti casertana, Giuliano e Iodice la settimana scorsa hanno incontrato anche il commissario alla Provincia Biagio Giliberti. Subito dopo l'attenzione sarà rivolta al Consorzio Idrico e agli altri enti e società collegate. «Su questa ipotesi di convocazione dell'assemblea del Consorzio dei rifiuti - ha aggiunto Giuliano - abbiamo continuato quel discorso avviato con Iodice da qualche settimana, con la parentesi delle consultazioni all'interno dei nostri rispettivi partiti, seguendo questa linea della piena condivisione, compiendo degli ulteriori passi avanti, infatti, abbiamo individuato le tappe per poter perseguire una linea unica. Il prossimo appuntamento riguarderà la consultazione dei sindaci che sono per noi gli attori principali».

Powered by PhPeace 2.6.4