Rivoluzione ambientale annunciata dal sindaco previsto il monitoraggio da onde elettromagnetiche

Piano per i rifiuti porta a porta

Saranno bonificate le periferie di Santa Maria
9 maggio 2009 - Cristina Monaco
Fonte: Il Mattino Caserta

Un servizio di raccolta «porta a porta», la bonifica delle periferie, l'installazione di compostiere, un sistema di monitoraggio dell'aria e delle onde elettromagnetiche e diplay che indicheranno il livello di inquinamento. Quella che è stata illustrata ieri mattina è una vera e propria rivoluzione ambientale che partirà sul territorio nei prossimi mesi. Si comincia con il bando per la raccolta differenziata. Il capitolato speciale d'appalto, unitamente alla delibera di indirizzo approvata dalla giunta, è già stato inviato alla Prefettura che avrà il compito di «vigilare» sull'intera procedura. Diversi i servizi richiesti alla ditta aggiudicatrice, compresa la raccolta, il trasporto e il conferimento presso smaltitori autorizzati di rifiuti urbani pericolosi come farmaci, pile e siringhe; o ancora la raccolta a chiamata, il trasporto a deposito temporaneo o a smaltimento dei rifiuti ingombranti e delle cartucce esaurite di inchiostri e toner. La ditta si occuperà poi anche di gestire l'isola ecologica e della derattizzazione straordinaria - con un numero di interventi non superiore a quattro all'anno - da prevedere dietro accordo con l'azienda sanitaria locale. L'incarico durerà sette anni e il canone annuo fissato si aggira intorno ai quattro milioni e 800mila euro. In strada scompariranno i cassonetti e la raccolta sarà effettuata all'interno di ogni singola proprietà che sarà fornita di bidoni in numero sufficiente ai fabbisogni dei residenti. «Si chiude così - ha dichiarato il sindaco Giudicianni - un ciclo che ci ha visti impegnati con l'emergenza rifiuti per circa un anno e mezzo. La situazione igienico-ambientale in città non è più drammatica; a breve avvieremo delle bonifiche che interesseranno il rione Sant'Andrea, lo Iacp e altre periferie». Entro settembre - data entro la quale presumibilmente il servizio di raccolta differenziata partirà - in strada vi saranno solo i cassonetti per gli abiti usati e le campane di vetro. Contestualmente partirà il monitoraggio ambientale grazie alla convenzione stretta tra l'amministrazione e il Dipartimento di Scienze Ambientali della Seconda Università agli studi di Napoli - per il controllo dell'aria e dei campi elettromagnetici - e con la Facoltà di Chimica della Federico II per il monitoraggio del sottosuolo. Dei monitor, installati lungo viale Consiglio d'Europa e nel centro cittadino, indicheranno in tempo reale ai sammaritani i livelli di inquinamento del territorio. Altro dato importante è quello che riguarda l'assegnazione delle compostiere con la previsione di agevolazioni per coloro i quali si dichiareranno interessati a posizionare nel loro giardino questi strumenti. L'ultima novità della giornata di ieri è stata l'ufficializzazione del nuovo assessore, espressione dell'IdV. Emma Buondonno, professoressa presso la Facoltà di Architettura di Napoli, si occuperà di Lavori Pubblici e Urbanistica.

Powered by PhPeace 2.6.4