Impregilo, Cassazione annulla dissequestro

20 aprile 2009

La seconda sezione penale della Cassazione ha annullato con rinvio l'ordinanza del tribunale del Riesame di Napoli, con cui, nel luglio scorso, era stato disposto il dissequestro totale della somma di 750 milioni di euro alla societa' Impregilo e le controllate Fibe, Fibe Campania e Fisia Italimpianti, nell'ambito della inchiesta su presunte irregolarita' nello smaltimento dei rifiuti in Campania. L'annullamento dell'ordinanza del Riesame, non riguarda pero', come spiegato nel dispositivo, la parte relativa al sequestro della somma di 301.641.238,98 euro relativa alla tariffa di smaltimento incassata dalla societa': su questa somma, dunque, il dissequestro viene confermato.

Il dissequestro della restante parte dei 750 milioni (circa 450 milioni, dunque) dovra' essere di nuovo vagliata dal Riesame apoletano, colmando eventuali vizi di motivazione. In questo modo, i giudici della Suprema Corte hanno accolto parzialmente l ricorso presentato dai pm del capoluogo campano contro la decisione del Riesame.

I 750 milioni di euro erano finiti sotto sequestro nel giugno 2007 su decisione del gip Rosanna Saraceno. Il sequestro Fu confermato un mese piu' tardi dall'ottava sezione del Riesame dell'ufficio partenopeo, ma nel marzo 2008 le sezioni Unite penali della Cassazione annullarono l'ordinanza del Riesame, rinviando gli atti a Napoli affinche' si provvedesse a ricalcolare al ribasso l'entita'del sequestro, sottolineando che la somma di 750 milioni era stata stabilita considerando l'utile al lordo dei costi sostenuti dalle aziende e non l'utile netto.

"La decisione odierna della Cassazione ci lascia sereni - ha commentato l'avvocato Gianluigi Tizzoni, legale della ocieta' Fibe - sui restanti 450 milioni le sezioni unite avevano chiarito che non si trattava di profitto e che da uesto punto di vista erano ininfluenti, poiche' si trattava di costi vivi e fideiussioni. Evidentemente c'e' un difetto di otivazione che dovra' essere colmato dal tribunale del Riesame
seguendo le indicazioni gia' date dalle sezioni unite".

Powered by PhPeace 2.6.4