«Stop ai treni carichi di rifiuti»

Delibera del Consiglio: «II trasporto finisca nei termini annunciati»
9 marzo 2009 - Nicola Diluiso
Fonte: Il Mattino Avellino

Casalbore. Decisi e convinti a contrastare la programmazione attuata dal Commissariato per l'emergenza-rifiuti. Nel corso dell'ultima seduta del Consiglio comunale è stata votata all'unanimità la delibera contro lo smistamento dei container carichi di rifiuti che da circa un mese avviene presso lo scalo ferroviario di Montecalvo. Una procedura che prevede il passaggio del rifiuto «tal quale» contenuto nei container provenienti dal Napoletano, su strada ferrata, ai camion diretti a Pustarza, lungo la Statale 90 Bis. Preoccupazione tra i cittadini della Valle del Cervaro ed anche tra gli amministratori locali che, inizialmente, sono stati informati dei fatti, senza particolari rassicurazioni, e dovendo accettare la scelta pensata nelle stanze della struttura commissariale. «Tra le forze partitiche che costituiscono il nostro governo amministrativo - ha spiegato il primo cittadino di Casalbore, Raffaele Fabiano, c'è stata piena condivisione d'idee. Abbiamo deciso all'unanimità di votare contro la decisione adottata a Napoli, esprimendo un voto di protesta al fine di tutelare le nostre terre, i nostri cittadini». All'indomani della comunicazione da parte della struttura commissariale, il sindaco Fabiano, interpretando anche il pensiero dei colleghi di Montecalvo Irpino (Giancarlo Di Rubbio) e di Buonalbergo (Fernando D'Aloia), aveva ammonito: «Saremo pronti a dare battaglia a far valere le nostre ragioni». Poi l'incontro a Casalbore con il Prefetto Reppucci, dirigente del Commissariato: «Da parte nostra - aggiunge Fabiano - era doveroso esprimere ufficialmente il nostro dissenso con una delibera consiliare. Ma stando alle rassicurazioni formulateci da Reppucci non sussistono i margini per dubitare sulle promesse fatte». Secondo quanto riferito ad amministratori e cittadini entro il prossimo 30 aprile, o al massimo entro metà maggio, lo smistamento che ora avviene quotidianamente presso lo scalo ferroviario di Montecalvo dovrebbe cessare. «Ma guai ad abbassare la guardia - fanno sapere cittadini e d ambientalisti -. E se per le date indicate non si manterrà fede alle promesse, adotteremo la linea dura». Ogni giorno presso la stazione ferroviaria di Montecalvo giunge un treno con 14 vagoni carichi di rifiuti: 28 i container, per 500 tonellate.

Powered by PhPeace 2.6.4