Bloccati i collegamenti verso la zona di Foggia Il territorio diviso in due tra Martiri e Cardito

Frane, si decide se «liberare» Ariano

Sopralluogo per riaprire la variante alla Statale 90. Cede la strada per la discarica di Pustarza
9 marzo 2009 - Vincenzo Grasso
Fonte: Il Mattino Avellino

Ariano Irpino. Sempre più disagi lungo del strade del versante foggiano e nei pressi della discarica di Pustarza. Si deciderà, infatti, solo questa mattina se riaprire la Statale 90 delle Puglie, all'altezza di località Patierno, dove una frana ha letteralmente «spostato» parte della carreggiata, costringendo l'Anas a impedire la circolazione automobilistica per motivi di sicurezza. Da 48 ore sono saltati tutti i collegamenti con i comuni della valle del Cervaro e con Foggia. Non si effettuano le corse dell'Air e delle Ferrovie del Gargano; mentre, per fortuna, funzionano regolarmente i treni sulla tratta Ariano-Foggia. A causa di questo nuovo movimento franoso, il traffico viene dirottato o per Cerreto o per il bivio di Villanova del Battista. Ovviamente con prolungamento del percorso attraverso strade in parte accidentate e solo per i mezzi leggeri. Il disagio è notevole. Dal sopralluogo di oggi sono in tanti a sperare in un intervento tampone per consentire il transito, almeno in un senso di marcia. Diversamente si rischia di mettere in ginocchio l'economia di una vasta area del Nord Est di Ariano. A rischio anche i conferimenti dei compattatori a Pustarza. Ci sono smottamenti a partire da Savignano Scalo in direzione Montaguto. Ma non solo. Lungo la strada di Ciccotonno si registrano diversi movimenti franosi . Di piccola entità, ma ugualmente compromettenti per le condizioni di sicurezza della strada. I Carabinieri di Ariano sono intervenuti più volte per far modificare la segnaletica e avvertire soprattutto i conducenti dei mezzi diretti in discarica. Intanto, per tutta la giornata di ieri, tecnici dell'Anas hanno lavorato incessantemente per tentare di riaprire al transito la Variante della Statale 90 delle Puglie, all'altezza della galleria Maddalena. Il territorio di Ariano Irpino è rimasto praticamente diviso in due, senza possibilità di collegamenti diretti da Cardito a Martiri. Il traffico è stato dirottato in prevalenza lungo la vecchia strada nazionale. Per fortuna, a causa della giornata festiva, non si sono registrati troppi disagi; ma a partire da questa mattina, con la regolare ripresa delle attività produttive e dei collegamenti tra Ariano e i comuni limitrofi, le situazioni di disagio sono destinate a crescere se la strada non dovesse essere riaperta. Ieri sul posto si è recato il sindaco di Ariano, Domenico Gambacorta, per sollecitare l'Anas a mettere in sicurezza il costone franato, ma anche per consentire il transito su una sola carreggiata, sperando che i lavori fossero conclusi entro la notte. Ci sperano soprattutto i titolari di diversi supermercati ed opifici che hanno la loro sede lungo la Variante della Statale. Una strada che andrebbe completamente rifatta. Oggi si registra la frana a galleria Maddalena, nei mesi scorsi - invece - gli automobilisti temettero per le altre frane a via Fontananuova e località Loreto.

Powered by PhPeace 2.6.4