In tutti gli altri quartieri è rinviata al 4 gennaio Chi infrange le regole si espone a multe salate

Porta a porta, stasera inizia la zona sud

Differenziata: il via al rione Acquaviva e nelle frazioni vicine
21 dicembre 2008 - Daniela Volpecina
Fonte: Il Mattino Benevento

Parte il sistema integrato «porta a porta» questa sera dalla zona sud di Caserta e investe da subito il quartiere Acquaviva (nel dettaglio saranno interessate da questo primo step tra le altre via Acquaviva, viale Lincoln, viale Carlo III, via Ragazzi del '99, via Kennedy, via Trento, via Tevere, via Volturno, via Mondo, via Vivaldi, via Feudo San Martino, giusto per citare le più densamente abitate), l'area ex Saint Gobain e le frazioni di Tredici, San Benedetto e Falciano. Tutti gli altri dovranno attendere il 4 gennaio quando finalmente la raccolta differenziata dei rifiuti sarà estesa all'intera città. I casertani avranno a disposizione quattro diversi contenitori: uno marrone per il deposito dell'umido (avanzi di cucina, frutta e verdura, paglia e segatura, tappi di sughero, lettiere per animali e non solo dovranno essere inseriti nei sacchetti biodegradabili e gettati tra le 20 e 24 per poi essere raccolti dalla Ecologia Saba - la società che gestisce il servizio di nettezza urbana - il lunedì, il mercoledì e il venerdì dopo mezzanotte); un carrellato di colore bianco per la raccolta di carta e cartone (ma solo se puliti) che devono essere ripiegati in piccoli pezzi nel sacchetto bianco e gettati il lunedì, il martedì e il venerdì entro le ore 14; un cassonetto grigio per l'indifferenziato (vale a dire giocattoli, stracci e pannolini, contenitori per pizze da asporto, carta oleata ma anche ceramica e porcellana che vanno raccolti nei sacchetti di plastica o nelle buste della spesa). Per questa tipologia è prevista una raccolta bisettimanale il giovedì e la domenica dopo mezzanotte ma i sacchetti vanno depositati nella fascia tra le 20 e le 24. Infine un contenitore giallo per il multimateriale - che contempla tra l'altro confezioni in plastica, vaschette di alluminio, bombolette spray, lattine per bevande - che vanno raccolti nei sacchetti gialli e prelevati dalla Saba ogni martedì dopo mezzanotte. L'ordinanza sulla differenziata impone ai cittadini di esporre i contenitori all'esterno del palazzo negli orari e nei giorni prestabiliti, per consentirne lo svuotamento, e di ritirarli soltanto dopo le operazioni di raccolta. Diverso l'iter previsto per le abitazioni singole e per quei palazzi che ospitano fino a sei nuclei familiari. In questo caso infatti i cittadini potranno lasciare i sacchetti davanti allo stabile negli orari e nei giorni stabiliti. Continueranno invece ad essere depositati nelle apposite campane installate in strada il vetro, i prodotti tessili, i farmaci e le pile esauste. Per i rifiuti ingombranti - divani, poltrone, materassi - e le apparecchiature elettriche ed elettroniche (è il caso di frigoriferi, monitor e computer) sarà possibile contattare il numero verde 800 620 611 (operativo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 16) e prenotare il ritiro a domicilio oppure inviare una mail all'indirizzo di posta elettronica ingombranticaserta@ecologiasaba.it . Previste multe salate (da 105 a 620 euro così come previsto dal decreto legislativo numero 152 del 2006) per chi non rispetterà gli orari di deposito dei sacchetti e non separerà l'umido dall'indifferenziato e addirittura l'arresto (come sancito dal decreto sui rifiuti del 31 ottobre scorso) per chi sarà sorpreso a sversare rifiuti in strada. Vietato infine anche il volantinaggio su tutto il territorio comunale.

Powered by PhPeace 2.6.4