Vertice in prefettura per regolamentare l’accesso nell’impianto di Sant’Arcangelo Trimonte

Discarica, un piano per i Tir

Non sosteranno nell’area Asi ma a Casalduni. Preoccupazioni per il blocco del Cdr
12 luglio 2008
Fonte: Il Mattino Benevento

Oscillano tra cento e centoquaranta i camion che ogni giorno raggiungono la discarica di Sant’Arcangelo Trimonte e non mancano i problemi sull’unica via di accesso che è la 90 bis. La loro sosta presso alcuni spiazzi del consorzio Asi ha causato delle proteste da parte appunto del commissario Filippo Dioasco, che ha chiesto un incontro in prefettura che ieri mattina c’è stato, presieduto dal prefetto Antonella De Miro. Un incontro che è valso a chiarire che i camion diretti alla discarica dovranno sostare presso gli spiazzi del Cdr di Casalduni. La sosta presso le aree dell’Asi è limitata solo a quei veicoli che in casi eccezionali non possono proseguire il loro itinerario verso Sant’Arcangelo Trimonte. Del resto è stato ricordato, nel corso della riunione, che già da due giorni questo piano che ha limitato di molto le soste presso il consorzio Asi, è stato attuato. Alla riunione per il Consorzio era presente il direttore Rillo, il direttore dell’Unione industriali Vitale, i vertici delle forze dell’ordine. La sosta a Casalduni non aveva trovato nei giorni scorsi consenzienti gli amministratori del Comune sannita, ma in queste ore il Comune sannita a questa contrarietà ha aggiunto altre problematiche. La chiusura del Cdr infatti crea problemi occupazionali per quanti vi erano addetti, una ventina di persone. Inoltre come è noto all’ente locale venivano corrisposti, pur con ritardi, dei contributi in base ai rifiuti che venivano sversati. Ora gli amministratori di Casalduni hanno chiesto alla prefettura di fare il punto su questa situazione di crisi che si è determinata. Si attende che nei prossimi giorni l’intera vertenza Cdr venga affrontata, perchè anche gli altri impianti, dopo gli ultimi provvedimenti governativi sono stati chiusi. Pertanto il caso Casalduni deve essere inserito in quello più vasto della destinazione di tutti e sette i Cdr che operano in Campania.

 

Powered by PhPeace 2.6.4