Lo slogan: Ci facciamo in quattro con contenitori ecocompatibili e internet

Via alla differenziata comincia Colli Aminei

Il Comune avvia ufficialmente l’esperimento entro novembre coinvolte 100mila persone
30 giugno 2008

La scheda Un esperimento che coinvolgerà 17mila napoletani su un milione. Per ora la partenza della differenziata porta a porta questo è. Oggi alle 11 la presentazione con il sindaco Rosa Russo Iervolino e il presidente dell’Asìa Pasquale Losa, oltre all’ideatore del progetto l’assessore Gennaro Mola. La zona interessata al porta a porta è quella collinare. Qui da oggi l’Asìa comincerà a consegnare i quattro bidoncini per la raccolta differenziata. Entro novembre l’esperimento arriverà a toccare quota centomila napoletani, un decimo della popolazione. Ci facciamo in quattro» è lo slogan che l’Asìa e il Comune di Napoli lanceranno per l’esperimento di oggi. Il primo quartiere a essere servito da Asìa è quello dei Colli Aminei dove ai cittadini residenti in via Pietravalle e via Nicolardi saranno distribuite le biopattumiere e le buste per la raccolta dell’umido. Allei famiglie coinvolte il vademecum contenente tutte le istruzioni per realizzare una corretta differenziate e un calendario con i giorni di ritiro. Nell’opuscolo verrà fornito il numero verde (800161010) al quale tutti i cittadini potranno rivolgersi per informazioni e lamentele degli eventuali disservizi e, per coloro che usano internet, sarà attivo sul sito dell’Asìa un link interattivo specifico per la raccolta differenziata, con tutti i contatti utili. Verranno anche comunicati i nomi delle imprese dove finiranno i materiali da riciclare. In ogni palazzo saranno sistemati quattro contenitori con i coperchi di diversi colori: nel blu andrà la frazione indifferenziata, nel bianco la carta e il cartone, nel marrone la frazione organica, nel giallo la plastica e l’alluminio. L’umido verrà ritirato tre volte alla settimana, il secco indifferenziato due volte, la plastica, e l’alluminio una volta come la carta e il cartone. Dalle strade spariranno i cassonetti e resteranno solo i contenitori per il vetro che avranno il coperchio verde. Una volta avviato il primo lotto si partirà con il secondo (a settembre) e saranno coinvolti gli abitanti di Parco del Poggio, Parco la Pineta, viale Colli Aminei e il popolosissimo rione Sanità. Qui saranno utilizzati contenitori più piccoli rispetto a quelli utilizzati nelle altre zone adatti a un rione con le strade strette e affollate.

 

Powered by PhPeace 2.6.4