Ecco Terre da amare

Iniziativa di Coldiretti per aiutare i territori
19 dicembre 2013 - F.G.
Fonte: Denaro
La forza del made in Italy e la forza del territorio: è "Terre da amare", la risposta del Comitato nazionale Coldiretti giovani impresa al clamore negativo cresciuto attorno alla questione "Terra dei fuochi", in cui associazioni e rappresentanti del territorio discuteranno di agricoltura e giovani eccellenze. L'evento conclusivo della due giorni è domani alle 15 nella Sala delle grida delia camera di Commercio a Napoli.
All'evento partecipano giovani imprenditori provenienti da tutta Italia per testimoniare la loro esperienza e soprattutto la bellezza della Campania ricca di eccellenze.
"Con questo evento - dicono il presidente e il direttore di Coldiretti Campania, Gennarino Masiello e Prisco Lucio Sorbo - i giovani di tutta Italia, assieme a quelli della Campania, vengono ad assumersi la responsabilità di contrastare tutti coloro che vogliono male a questa meravigliosa regione. Noi continueremo a denunciare e a contrastare con i nostri mezzi chi vuole male e chi compie atti il legali contro le nostre popolazioni, ma allos tesso tempo faremo di tutto per premiare e valorizzare il lavoro di tanti imprenditori, ¡n particolare i giovani, che in questa regione rappresentano l'eccellenza. E' valorizzando questo nostro tesoro che potremo sconfiggere questi fenomeni negativi".
All'introduzione di Vittorio San giorgio, Delegato Nazionale Coldiretti Giovani, si affiancherà l'intervento di Antonio Di Gennaro, docente dell'Università degli studi di Napoli Federico II, sul "La scienza a servizio della verità". Donato Ceglie, sostituto procuratore generale di Napoli, discuterà di legalità e possibilità di cambiamento. Seguirà l'intervento di Massimiliano Lega, docente al Dipartimento di Scienze per l'ambiente Università degli studi di Napoli "Parthenope", ideatore dei droni. Armando Di  Nardo, invece, ideatore di Hubspa Giugliano, parteciperà con un contributo su "Progettiamo il cambiamento". La giornata si chiuderà invece con l'intervento di Gennarino Masiello, Presidente Regionale Coldiretti Campania.  Nel corso della giornata sarà presentato anche il progetto "I love annurca" e si potrà scoprire la tecnica speciale con cui è stato posbile far comparire sulle mele l'"l" di ¡o in indiglese e di fianco un cuore. Una risposta speciale del consorzio Mela annnurca Igp che punta a rilanciare un prodotto tipico campano conosciuto e apprezzato in tutto il mondo.
Powered by PhPeace 2.6.4