Dispositivo sospeso per lo sciopero dei trasporti (9-13). Oggi ancora motori fermi (11-16)

L`allarme inquinamento resta ma domani stop al blocco auto

15 dicembre 2013 - a.dicost
Fonte: Repubblica Napoli

L'ALLARME smog resta, ma domani niente blocco alle auto. Il Comune ha deciso di non prolungare l'ordinanza anche per la contemporaneità dello sciopero del trasporto pubblico locale dalle 9 alle 13. A Palazzo San Giacomo si terrà un primo tavolo tecnico per analizzare i dati sull'inquinamento atmosferico e le previsioni meteo e studiare le misure aggiuntive da prendere. Martedì, poi, ci sarà un nuovo incontro aperto anche al porto per adottare provvedimenti ritenuti necessari a diminuire il livello di polveri sottili nell'aria. Provvedimenti che il Comune spera adottino anche le città della provincia perché, come dice il vicesindaco e assessore all'ambiente Tommaso Sodano, «lo smog vola nell'aria e non si fermaa confini cittadini».

Intanto, anche ieri l'ordinanza del Comune che vietava la circolazione dalle 11 alle 16 non è bastata a scoraggiare l'uso delle auto. Traffico e caos in molte strade e poco hanno potuto fare gli agenti della polizia municipale oberati di lavoro anche per le iniziative legate alle feste di Natale soprattutto nei Decumani e nel centro storico.

In tutto, i vigili sono riusciti ad effettuare 326 controlli a conducenti di veicoli, elevando 105 verbali per inosservanza del divieto di circolazione. Inoltre, sono state sanzionate 63 trasgressioni per infrazioni al codice della strada scaturite dai controlli. Per oggi l'ordinanza resterà in vigore dalle 11 alle 16, durante le quali le auto private non potranno circolare. Ieri debutto farsa anche per "l'isola di Chiaia", l'area che comprende piazza dei Martirie le strade adiacenti che secondo un'ordinanza varata venerdì dal Comune doveva essere preclusa ai veicoli. «Sono entrati tutti regolarmente - dice sarcastico Nino De Nicola presidente dell'associazione Botteghe dei Mille - e dico che è stato meglio così altrimenti si sarebbe creato un imbuto infernale in via Vannella Gaetani.

Per fortuna ci sono tante persone che arrivano dalla provincia.

Molti anche i turisti. La cosa vergognosa è che in un'area commerciale e turistica come questa non sono passati gli spazzini e le strade sono in una situazione indecorosa». Intanto, il Comune ha prorogato fino al 16 giugno le ordinanze che regolano i dispositivi di traffico nella zona della Riviera di Chiaia e del lungomare, dopo il crollo del palazzo alla Riviera.

Non cambia niente rispetto a quelli in vigore. Quindi via Caracciolo, in corrispondenza della Villa comunale, resta aperta alla circolazione delle auto.

Powered by PhPeace 2.6.4