La visita A Pozzuoli il Presidente ospite d'onore alla presentazione del Tigem. Poi convegno a Palazzo Reale

Terra dei fuochi, Napolitano vigila Caldoro: Napolitano seguirà ogni passo nella Terra dei fuochi

Il governatore a colloquio col Capo dello Stato sull'ambiente Con Bray e de Magistris confronto sul futuro del San Carlo
6 dicembre 2013 - Angelo Agrippa
Fonte: Corriere del Mezzogiorno

NAPOLI — Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, «seguirà puntualmente lo stato di avanzamento degli interventi previsti dal decreto sulla Terra dei fuochi». Lo ha riferito il governatore Stefano Caldoro dopo aver partecipato al convegno sul tema «Beni culturali e terzo settore» — al quale ha assistito il capo dello Stato — aperto dal presidente della Fondazione MezzogiomoEuropa, Umberto Ranieri, presso il teatrino di Corte di Palazzo reale; e con il ministro dei Beni culturali, Massimo Bray; il direttore regionale dei Beni culturali, Gregorio Angelini; il presidente della Fondazione con il Sud, Carlo Borgomeo. «Abbiamo parlato del recente decreto sulla Terra dei Fuochi — ha proseguito Caldoro — e il Capo dello Stato ha tenuto sempre una posizione molto chiara per chiedere un intervento complessivo delle istituzioni. Io ho dato un mio giudizio sulla positività di questa prima azione. Ho ricordato che noi da più di due anni stiamo lavorando con i fondi dell'Unione europea recuperati nel momento in cui c'era il silenzio generale. Noi ci abbiamo messo il nostro sul fronte delle bonifiche ma - ha concluso il governatore — comunque bisogna continuare con grande forza per perimetrare i campi ed elaborare una mappatura dei terreni, rassicurare i cittadini e certificare i nostri prodotti». Napolitano ha raccolto anche le informazioni sullo stato di salute delle casse di palazzo San Giacomo. È stato il sindaco Luigi de Magistris ad illustrare, per sommi capi, al capo dello Stato, il piano di riequilibrio finanziario del Comune di Napoli, gli investimenti che l'amministrazione comunale sta portando avanti, i Grandi Progetti, l'accelerazione sul fronte dei trasporti con l'apertura delle nuove stazioni della metropolitana e la crescita dei flussi turistici. Al termine dell'incontro con Napolitano, al colloquio si è aggiunto il ministro Massimo Bray al quale il primo cittadino, anche in qualità di presidente del Consiglio di amministrazione del teatro San Carlo, ha sottolineato quanto sia importante «l'attenzione del Governo» per il Massimo partenopeo. Dal sindaco è stata espressa «la preoccupazione» dell'amministrazione comunale, dei lavoratori e di tutto il Cda del San Carlo rispetto al contenuto del decreto Valore cultura. Il ministro ha espresso la propria disponibilità a portare avanti il confronto.

Applausi e qualche contestazione

«Viva la Consulta, Acerra ti saluta». Così un cittadino ha salutato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al suo arrivo alla stazione centrale di Napoli. Più tardi invece fuori al Tigem un gruppo di manifestanti del Movimento «Stop Biocidio», impegnato nella difesa della Terra dei fuochi, ha dato vita a una protesta sulla situazione ambientale

Powered by PhPeace 2.6.4