Caldoro: si vive meglio qui che in alcune zone Usa. Norme per agricoltura, lotta a ecoreati

Terra dei fuochi, il decreto è pronto

30 novembre 2013
Fonte: Roma

NAPOLI. Ci siamo. Il tanto atteso decreto del Governo sulla terra dei fuochi «sarà in Consiglio dei ministri la prossima settimana». Ad annunciarlo è il governatore campano, Stefano Caldoro. Il testo dovrebbe approdare sul tavolo dell'Esecutivo martedì prossimo su iniziativa dei ministri dell'Ambiente e dell'Agricoltura, Andrea Orlando e Nunzia De Girolamo (nella foto). Parlando ad Avellino, in occasione dell'inaugurazione di una nuova struttura diagnostica per la prevenzione oncologica, Caldoro rivela di essere stato «preavvertito» sul provvedimento che il Governo adotterà per la bonifica dei suoli inquinati. «Siamo in grande attesa - dice abbiamo lavorato per due anni nel silenzio generale e quando non c'era un euro a disposizione per le bonifiche». Ora, spiega il presidente della regione Campania, «il Governo deve fare la sua parte perché abbiamo individuato una serie di strumenti per intervenire». Il Governatore poi si sposta a Napoli, dove par tecipando al TechnologyBiz toma sulle polemiche scatenate dalle analisi americane sull'inquinamento dell'acqua a Napoli: «Si vive meglio in Campania che in alcune zone degli Stati Uniti» dice Caldoro, che ribadisce le sue assicurazioni sulla filiera agroalimentare «che è sicura e certificata». No agli allarmismi, dunque. Il decreto che il Governo si appresta a varare conterrà innanzitutto il pugno di ferro contro chi incendia cumuli di rifiuti e chi scarica abusivamente: previste pene molto più severe, con la reclusione fino a 6 anni in luogo delle multe previste oggi. Ci saranno poi norme a sostegno dell'agricoltura, con la definizione delle aree agricole "contaminate" e non, in modo da evitare di danneggiare gli agricoltori, vittime degli allarmismi ingiustificati.

Powered by PhPeace 2.6.4