L'idea è di Antonio Giordano che dirige un centro di ricerca a Philadelphia

Minibiochip per monitorare la popolazione

22 novembre 2013
Fonte: Roma

NAPOLI. Usare minibiochip in tessuto umano, pensati per studi di immunoistochimica a livello di proteine e poi per l'analisi in situ del Dna e dell'Rna, per «gli screening sulla popolazione campana che vive nella Terra dei fuochi e dei veleni. Oggi questi minibiochip hanno raggiunto livelli di sviluppo tali che possono identificare con anticipo i soggetti a rischio di diabete, ma anche identificare marker per patologie tumorali», spiega all'Adnkronos Salute Antonio Giordano, raggiunto negli Usa dove dirige la Sbarro Health Research Organization di Philadelphia. Giordano è tra i promotori del Workshop sulle potenzialità della tecnologia Tissue Microarray (Tma), nella validazione di biomarcatori, nello studio della risposta ai farmaci e sul loro possibile utilizzo diagnostico, svoltosi in questi giorni all'University City Science Center di Philadelphia (Usa). «Oggi è il tempo della medicina personalizzata e le mo derne tecnologie come i Tma - sottolinea Giordano sono uno strumento prezioso sia per promuovere la scoperta di nuovi meccanismi molecolari alla base della insorgenza delle malattie e della loro associazione con l'ambiente e gli stili di vita dei pazienti, sia per orientare le future terapie personalizzate. Perché non usarli - suggerisce Giordano, che da anni è impegnato sul tema dei rifiuti in Campania - sulla popolazione campana gravemente colpita dall'inquinamento e dai veleni degli sversamenti illeciti dei rifiuti? Alcune università e centri di ricerca in Italia da tempo li stanno sviluppando». Avere un test capace in prospettiva di identificare soggetti a rischio potrebbe far risparmiare enormi risorse. Il metodo, che è stato poi perfezionato nel tempo, si basa sull'utilizzo di campioni biologici incorporati in blocchi di paraffina, in pratica uno dei più comuni e routinari metodi per l'analisi e la conservazione a lungo termine dei tessuti umani.

Powered by PhPeace 2.6.4