Allarme igiene La Provincia scrive al Ministero perchè non sa chi deve pagare per il lavoro svolto

Rifiuti, ultima nave per l`Olanda

Dipendenti SaPna minacciano di bloccare gli Stir se non avranno gli stipendi
17 settembre 2013 - Erminia ladaresta
Fonte: Giornale di Napoli

Allarme igiene La Provincia scrive al Ministero perché non sa chi deve pagare per il lavoro svoli Rifiuti, ultima nave per l'Olanda Dipendenti SaPna minacciano di bloccare gli Stir se non avranno gli stipendi Ieri mattina ultimo viaggio per l'Olanda dei rifiuti secchi partenopei mentre proseguono i viaggi dell'umido per la Svezia. Ma la condizione economica della Sapna traballa e rende precario ogni progetto in merito. «Il rischio di una nuova emergenza rifiuti è reale» ha detto il coordinatore del Pdl della Campania, Francesco Nitto Palma, nel corso di un incontro con la stampa a Napoli. «In campagna elettorale - ricorda il senatore Pdl - Gianni Lettieri, da candidato del centrodestra, lanciò l'idea dei rifiuti all'estero in attesa del termovalorizzatore. De Magistris li manda in Olanda e paga, regalando anche materiale per produrre energia. Ma del termovalorizzatore non c'è traccia». Preoccupazioni condivise dal capogruppo di Fratelli d'Italia in Provincia, Serena Albano (nella foto in basso) che nel corso della seduta di consiglio, ieri pomeriggio, a Santa Maria la Nova ha rappresentato al Presidente Antonio Pentangelo tutte le preoccupazioni sul rischio di aggravamento della crisi rifiuti a Napoli e sui conti della Sap.na, in gravi difficoltà economiche a causa del mancato pagamento da parte dei Comuni della quota di loro spettanza. «Abbiamo ricevuto - ha continuato Albano - dal Presidente Pentangelo rassicurazioni, anche in seguito al suo incontro con il Prefetto, sul rispetto dell'impegno da parte della Sap.na di proseguire la propria attività fino alla scadenza prevista dalle legge. In ogni caso - ha concluso il capogruppo - come Fratelli d'Italia non possiamo non rilevare che il sindaco de Magistris, che da un lato non riesce a realizzare la raccolta differenziata in città ne a garantire l'avvio degli impianti di compostaggio e dall'altro continua a dire no ad ogni ipotesi di costruzione di termovalorizzatori, rappresenta la vera causa di questa possibile nuova emergenza». Intanto, proprio per rendere il clima ancora più infuocato, sempre ieri c'è stata una protesta dei dipendenti della SaPna, partecipata di Palazzo Matteotti, che hanno minacciato di bloccare gli Stir tanto che il presidente di Asia Raffaele Del Giudice ha sottolineato di aver «attrezzato i nostri depositi per non avere giacenze. Da stamattina ci sono dei rallentamenti, ma i tir stanno comunque portando rifiuti negli Stir». Un modo per prevenire i problemi che l'agitazione dei dipendenti SaPna avrebbero causato e visto il blocco dei conferimenti,per tutta la mattinata di ieri da parte dei lavoratori degli Stir di Giugliano e Tufino e che ha messo in allarme Provincia e Comune. I lavoratori infatti lamentavano il mancato pagamento degli stipendi del mese di agosto. La situazione si è però sbloccata dalle 14 di di ieri pomeriggio, dopo l'intervento del Presidente della Provincia di Napoli Antonio Pentangelo che avrebbe emesso un bonifico bancario alla Sapna, rasserenando gli animi dei lavoratori. «Senza colpevolizzare nessuno, vorrei dire che la situazione non è delle più facili - ha dichiarato l'amministratore unico di Sapna Enrico Angelone abbiamo infatti interpellato il Ministero delle Finanze per richiedere a chi dobbiamo fatturare. Vi è infatti un conflitto tra le norme - ha spiegato Angelone - che non ci permette di capire chi dovrebbe pagarci». E nel frattempo, senza soldi, la SaPna rischia di lasciare a terra i rifiuti che invece dovrebbero partire ancora per l'Olanda ma anche per la Svezia. 

Powered by PhPeace 2.6.4