«Rifiuti interrati in Campania chiarezza sulle parole del pentito»

3 settembre 2013
Fonte: Il Mattino

Il Pd chiede chiarezza sulle dichiarazioni del boss casalese pentito Cannine Schiavone, secondo cui milioni di metri cubi di rifiuti tossici sono stati sotterrati nelle province di Napoli e Caserta. Secondo Simone Valíante, responsabile Ambiente della segreteria nazionale del Pd, «lasciano sgomenti la portata delle sue parole, i riferimenti a luoghi, a responsabilità datati nel tempo (risalgono al 1993) e a cui non sono seguiti accertamenti ne soluzioni in tutti questi anni. A questo punto èurgente un'operazione di verità e di trasparenza della quale il governo dovrebbe farsi carico, anche come obbligo morale. Inoltre è necessario mettere in campo un piano nazionale di bonifiche per im'azione a 360 gradi». Interviene anche Ermete Realacci, presidente della commissione Ambiente della Camera. In un'interrogazione al ministro dell'Ambiente Andrea Orlando, Realacci chiede di verificare la «veridicità» delle affermazioni di Schiavone. «Visto che l'esigenza di secretare le audizioni di Schiavone era tutelare le indagini e visto che esse dal 1997 ad oggi han no avuto tempo di essere svolte conclude Realacci - chiedo ai presidenti di Camera e Senato se non sia possibile togliere il segreto di Stato dalle audizioni del pentito Schiavone alla Commissione bicamerale di inchiesta sulle ecomafie del 1997».

Powered by PhPeace 2.6.4