Scampia Il vicesindaco replica a padre Pizzuti e chiede l'aiuto del Governo per risolvere la questione Rom. Pisani: «Sindaco sordo ai bisogni del quartiere»

Bonifica discariche abusive, Sodano: «Già stanziato mezzo miliardo»

13 agosto 2013 - pfratt
Fonte: Giornale di Napoli

«Su Scampia l'attenzione dell'amministrazione comunale è altissima. La giunta non può che accogliere la segnalazione e l'appello di padre Pizzuti, da sempre voce preziosa del territorio di Scampia». Ad affermarlo è il vice-sindaco ed assessore all'Ambiente, Tommaso Sodano, che risponde, così, alla denuncia lanciata dal sacerdote negli scorsi giorni sul campo rom e sul fenomeno delle discariche e degli sversamenti abusivi di rifiuti nel quartiere nord di Napoli. «Vogliamo rassicurare padre Pizzuti - prosegue Sodano -. A seguito della delibera relativa alle bonifiche straordinarie che ha liberato mezzo milione di euro per la rimozione delle discariche illegali che infestano soprattutto i quartieri periferici della città, si sta procedendo alla attuazione degli interventi. E le operazioni interessano prioritariamente le discariche abusive a ridosso dei campi rom. Dopo l'operazione in corso a Santa Maria del Pianto, infatti, seguiranno le bonifiche di via Brecce a Sant' Erasmo e quindi dell'area di Scampia, compresa la zona in cui insiste il campo rom, rispetto alla quale l'attenzione dell'amministrazione resta altissima». «Non possiamo però che cogliere l'occasione - riprende il vice-sindaco - per rinnovare l'appello alla cittadinanza, soprattutto in questo particolare periodo dell'anno, affinchè il vicesindaco Tommaso Sodano rispetti orari e modalità di conferimento, in particolare per quanto concerne i rifiuti ingombranti e gli pneumatici, perché senza un comportamento civico diffuso qualsiasi intervento della amministrazione è vanificato dal ripresentarsi delle criticità di cumuli abbandonati in strada. Resta da affrontare in modo strutturale il tema dei campi rom in città, trasformati spesso in terminali di un "mercato" illecito di smaltimento dei rifiuti che contribuisce ad alimentare il fenomeno dei roghi tossici, dannoso per la salute della comunità che vive nei campi e di tutti i cittadini. Rispetto a questo tema si deve procedere ad una azione unitaria e coordinata fra le varie istituzioni coinvolte, compreso il Governo, per rispondere a un tema che interroga le politiche sociali nazionali e la sicurezza comune e che deve vedere realizzate integrazione e convivenza». Sulla vicenda delle discariche abusive a Scampia interviene anche il presidente dell'VIII Municipalità, Angelo Pisani. «In relazione alla denuncia di padre Domenico Pizzuti sul campo rom di Scampia - afferma Pisani - e la conseguente lettera del sacerdote ad un sindaco sordo e cieco quale de Magistris, non c'è che da evidenziare che quello di cui parla don Pizzutti, lo denunciamo da anni. E peccato che il sacerdote non dica che purtroppo proprio una parte dei Rom sono i primi responsabili del disastro in cui versa l'area nella quale vivono e del degrado e veleni di Scampia». «Più volte - aggiunge il presidente dell'VIII Municipalità -, e finora inutilmente, abbiamo anche chiesto aiuto e tutela alla magistratura. Adesso, ancora una volta, lanciamo l'ennesimo appello e chiediamo subito lo smantellamento del campo rom nel territorio della Vili Municipalità, in considerazione non solo delle allucinanti carenze igieniche del territorio, dove addirittura lo svincolo dell'asse mediano, a causa dei Rom, è chiuso da 25 anni, ma a salvaguardia dei cittadini del quartiere da sempre abbandonati discriminati e strumentalizzati dalle istituzioni locali e dal governo per i propri e più disparati fini demagogici». 

Powered by PhPeace 2.6.4