In sei mesi trattate 314mila tonnellate

12 luglio 2013
Fonte: Avvenire
Nei primi sei mesi del 2013, il termovalorizzatore di Acerra ha trattato 314mila tonnellate di rifiuti, confermando gli elevati standard di efficienza raggiunti. Lo conferma A2A, la società che controlla il gestore. Grazie alla valorizzazione energetica dei rifiuti, sono stati immessi in rete 278 GWh di energia elettrica (pari al fabbisogno, nel semestre, di 200mila famiglie) ed evitato il consumo di 52mila tonnellate di petrolio. L'impianto ha confermato ottimi risultati anche per quanto riguarda le emissioni in atmosfera al di sotto dei limiti imposti dalle normative e dell'Aia.Avviato inoltre, in collaborazione con le associazioni Acssa, Lega Consumatori e Amici della Terra, un progetto di informazione ed educazione ambientale rivolto alle scuole di Acerra, Caivano e Napoli con "lezioni" teoriche e visite guidate all'impianto. 
Powered by PhPeace 2.6.4